Calcio

Seregno Calcio: quel sogno chiamato professionismo

L’Unione Sportiva Seregno Calcio sta dimostrando di essere una grande squadra, anche dopo il, forse, deludente pareggio di 0 a 0 di domenica scorsa a Bolzano contro la Virtus Bolzano.

Il Club azzurro del Seregno Calcio, nell’avvio del campionato di Serie D, girone B, guida la classifica con 16 punti.

9 i punti conquistati in casa e 7 punti conquistati in trasferta; nessuna sconfitta!

8 sono i gol fatti, di cui 6 in casa e 2 in trasferta; nessun gol subito!

Seregno Calcio: Alberto Marini esulta con Martino Borghese, dopo il gol del 3-0Photo credit: ilcittadinomb.it

Il Seregno Calcio dal 1913 a oggi

L’Unione Sportiva 1913 Seregno Calcio, fondata nel 1913, milita nel Girone B di Serie D.

Il più grande successo fu durante la presidenza del Commendator Trabattoni all’inizio della stagione 1924-25. La squadra, dopo sole tre stagioni, ottenne la meritata promozione in categoria superiore, dove rimase per due stagioni per approdare poi alla Prima Divisione nord, la futura Serie C.

Nella stagione dal 1932 al 35 milita nella serie B. Nella stagione 1947-48 il Seregno lottò addirittura per la promozione in Serie A.

Dalla stagione 2009/2010 milita nella Serie D.

Il percorso del Seregno

La U.S. Seregno ha disputato la prima giornata in casa contra il Villa Valle vincendo 3 a 0; nella seconda giornata segna un gol in trasferta al NibionnOggiono; segna altre 2 reti nella terza giornata battendo in casa l’Arconatese; ancora un gol in trasferta al Dro Alto Garda, nella quarta giornata; batte, nella quinta giornata, in casa, il Brusaporto per 1 a 0; nella sesta giornata pareggia in trasferta, 0 a 0, con la Virtus Bolzano.

Il Seregno ha una rosa di ben 27 giocatori

Molti sono i giovanissimi nella rosa del Seregno: Riccardo Zoia, Andrea Verderio, Pietro Valsecchi, Valerio Tocci, Alberto Marini, Andrea Mantegazza, il portiere Dennis Lupu, Jules Labas, Andrea Invernizzi, Christian Galimberti, Roberto Ferrari, Nicolò Clerici, Vlatko Blazevic e il diciasettenne attaccante Luca Pesce.

Certo non mancano i giocatori con più esperienza che coordinano i più giovani: Luka Tomas, Stefan Nenadovic, Adriano Marzeglia, Francesco Luoni, Luca Artaria, Andrea Baudi, Giovanni La Camera, Sime Gregov, Francesco Gazo, Jacopo Fortunato, Martino Borghese, Stefano Bonaiti, Cristian Bertani.

Il Seregno Calcio esulta dopo la vittoria con l’Arconatese Photo credit: ilcittadinomb.it

I marcatori del Seregno

Dopo 6 giornate vediamo i marcatori del Seregno: Cristian Bertani guida con 2 reti, seguono con un gol Blazevic, Bonaiti, Borghese, Fortuna, Marini (un autogol).

Per fare una buona squadra c’è bisogno non solo di giocatori, ma anche di un bravo presidente e un abile allenatore.

Il presidente del Seregno Davide Erba

Davide Erba, imprenditore monzese classe 1980, così le sue parole a marzo 2019: “Vogliamo lavorare per rafforzare il settore giovanile e per raggiungere il mondo dei professionisti entro un triennio. Intanto, la priorità è quella di ottenere il prima possibile con la prima squadra la salvezza in serie D”.

Priorità rispettata: il Seregno, dopo una deludente stagione termina al 14° posto nel campionato 2018/2019, restando in serie D, non solo ha rivoluzionato la squadra creando, quest’estate un gruppo completamente nuovo.

L’allenatore del Seregno Gianluca Balestri

Gianluca Balestri, ex allenatore degli Under 17 freschi campioni provinciali di Monza, è da luglio 2019 il primo allenatore del Seregno, che così commenta la scelta del presidente: “È un’occasione davvero troppo importante per me. Ho in mano una squadra davvero importante che ambisce a risultati molto importanti. Spero di essere la scelta giusta per il Seregno”. È quello che ci ha fatto vedere finora!

Gli acquisti più importanti del Seregno nell’ultimo calcio mercato

Il Seregno ha acquistato: l’ala sinistra Vlatko Blazevic, dal NK Zadar – il difensore centrale Marino Borghese, dal Como – il trequartista Jacopo Fortunato, dal Cesena – il centrale Francesco Gazo, dal Pro Patria – la punta centrale Andrea Baudi, dalla Fezzanese

Seregno calcio, un momento della partita contro il NibionnOggionoPhoto credit: tuttocampo.it

Seregno: una grande squadra, ci aspettiamo un campionato ricco di sorprese.

Anche se mancano ancora 32 partite da disputare, la partenza ci indica come il gruppo si stia amalgamando, con un organico completamente rivisto in estate.

Ci sono evidenti e ampi margini di miglioramento, con un gioco convincente controbilanciato dalla capacità di tutti di soffrire quando serve.

QUI POTETE VEDERE TUTTI I RISULTATI DELL’ULTIMA GIORNATA

SEGUICI SU:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Back to top button