Serie A: come si arriva all’infrasettimanale

La Serie A presenta una quinta giornata davvero interessante: allenatori in bilico e sfide ad alta quota

La Serie A scende in campo per il primo turno infrasettimanale della stagione.
Diversi i match di cartello, Roma-Atalanta e Inter Lazio su tutti. Rischia il Milan di Giampaolo in trasferta con il Torino, mentre la Juventus farà visita al Brescia.

Serie A
Ivan Juric, mister dell’Hellas Verona – Foto Claudio Martinelli/LaPresse18

Gli anticipi del martedì

Il primo incontro della quinta giornata di Serie A mette di fronte il Verona all’Udinese. Gli scaligeri hanno iniziato molto bene la stagione, e nonostante la sconfitta con la Juventus domenica scorsa, hanno messo in mostra un buon calcio.
I bianconeri di Tudor, dopo l’exploit casalingo con il Milan nella prima giornata, ha inanellato tre sconfitte consecutive, l’ultima in casa con il Brescia.

Le rondinelle hanno ottenuto due vittorie e due sconfitte in Campionato, e questa sera contro la Vecchia Signora schiereranno dal primo minuto Mario Balotelli. Maurizio Sarri invece lascerà in panchina la stella Cristiano Ronaldo, e partirà con il tandem argentino Higuain-Dybala.

Le partite del mercoledì

La Roma di Fonseca, dopo tre vittorie consecutive fra Campionato ed Europa League, riceve l’Atalanta. I giallorossi si presentano in grande spolvero con Dzeko in attacco, i bergamaschi invece, dopo un inizio altalenante fra Serie A e Champions League, schierano il solito tridente Gomez-Ilicic-Zapata.

Spal-Lecce ha il sapore di una sfida salvezza. Entrambe vengono da una sconfitta, rispettivamente con Sassuolo e Napoli. Gli emiliani confermano il 3-5-2 con Di Francesco e Petagna in attacco, i pugliesi di Liverani si presentano con Falco e Babacar.

Il derby emiliano al Tardini mette di fronte il Parma al Sassuolo. La squadra di Roberto D’aversa sta attraversando un periodo difficile, una sola vittoria in campionato e due sconfitte consecutive nelle ultime due giornate.
I neroverdi di De Zerbi schiereranno il consueto 4-3-3 con Berardi-Caputo-Boga come trio offensivo per cogliere la terza vittoria in stagione.

Serie A
Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli

Il Napoli di Ancelotti, dopo aver sorpreso il Liverpool in Champions League e aver rifilato quattro reti sul difficile campo del Lecce, attende il Cagliari di Maran.
Gli azzurri, in campo con un 4-4-2 pronto a trasformarsi durante il match, cercano i tre punti che li confermerebbe come diretti avversari di Inter e Juventus.
I sardi si presentano al San Paolo con sei punti in classifica e con Simeone in attacco al fianco di Joao Pedro; difficile la trasferta per i rossoblu, destinati a una partita di sofferenza.

Inter e Lazio si affrontano al Meazza con prospettive differenti. I nerazzurri di Conte cercano il quinto successo di fila per confermare il primo posto in Serie A. Lukaku punta inamovibile per la capolista, così come sulla sponda biancoceleste il numero 9 sarà Immbile nonostante gli screzi con Inzaghi per la sostituzione con il Parma
La Lazio va a Milano con ambizione europee, alla ricerca di punti per una corsa Champions che appare molto aperta anche in questa stagione.

A Marassi il Genoa attende il Bologna. I genovesi vengono da due sconfitte consecutive e Aurelio Andreazzoli è già sulla graticola; la squadra è chiamata a una prestazione per risollevare morale e classifica.
Dal canto suo il Bologna, a dispetto della sconfitta casalinga con la Roma, si presenta al Ferraris come una delle squadre più in forma del Campionato, a ridosso delle primissime posizioni in classifica.

Serie A
Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina. ANSA/LANNINO

A Firenze si affrontano la penultima e l’ultima della classifica: Fiorentina-Sampdoria.
I viola di Montella hanno finora espresso un buon calcio ma hanno raccolto pochi punti, con la prestazione migliore in casa contro la Juventus.
Questa sera scenderanno in campo con Ribery dal primo minuto.
Al contrario la Sampdoria di Di Francesco ha centrato nella scorsa giornata la prima vittoria in Serie A contro il Torino. al Franchi il tecnico pescarese scenderà in campo con la coppia d’attacco Gabbiadini-Quagliarella.

Il giovedì di Serie A

A Torino i granata ricevono un Milan a corto di risultati e gioco.
La squadra di Mazzarri, reduce dalla sconfitta di Genova con la Sampdoria, schiera dal primo minuto Simone Verdi a supporto di Belotti.
Un match molto complicato per i rossoneri di Giampaolo, criticato e seduto su una panchina che scotta.
Il Milan finora non ha convinto, neanche in occasione delle due vittorie, centrate senza proporre un bel calcio. L’ex tecnico di Empoli e Sampdoria schiererà titolare Suso, dietro le punte Piatek e Leao.

Per altri articoli sul calcio clicca qui


© RIPRODUZIONE RISERVATA