Calcio

Serie A contro il Coronavirus: tutte le iniziative

Da diverse settimane ormai il mondo è rimasto paralizzato a causa del Coronavirus, ma le squadre della Serie A non sono rimaste a guardare. In particolare, sono tante le iniziative che hanno preso il via in questo periodo: dalle raccolte fondi all’invio di materiale sanitario. Ecco dunque come si stanno muovendo le società in aiuto degli ospedali e dei medici per combattere, uniti, contro il Covid-19.

Serie A contro il Coronavirus: l’impegno delle società nella zona più colpita

Nelle zone più colpite dal Covid-19, maggiori sono stati anche gli aiuti arrivati dalle singole squadre. Partendo da Bergamo, probabilmente la città più colpita, l’Atalanta dopo aver dedicato la vittoria contro il Valencia alla città e ai medici impegnati sul campo, ha donato importanti somme di denaro per la raccolta fondi organizzata dai tifosi. Il tutto a beneficio dell’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo.

Dalla tifoseria storicamente rivale ovvero, quella Bresciana, sono arrivati messaggi di vicinanza. Con un comunicato inoltre, la parte calda del tifo delle rondinelle ha fatto sapere che per rispetto verso le vittime, se dovesse riprendere il campionato non tornerebbe allo stadio. Gli stessi supporters, hanno anche aderito ad una raccolta fondi per la loro città.

Una buona trovata ha avuto il Milan. Dopo aver donato una notevolissima somma all’azienda AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza), la società ha reso noto che, per chi lo volesse, il rimborso dei biglietti delle partite rinviate può essere convertito in una donazione. Anche l’Inter ha dimostrato tutta la sua solidarietà attraverso la donazione di 300mila mascherine alla protezione civile. Inoltre, sono arrivati anche grandi aiuti economici all’ospedale Sacco di Milano.

Torino, Genova e Verona: uniti contro il Covid

Un’altra società di Serie A che si è data parecchio da fare contro l’emergenza Coronavirus, è la Juventus. Oltre alle tante donazioni individuali da parte dei tesserati, i bianconeri hanno istituito una raccolta fondi a supporto degli ospedali di Torino e del Piemonte. Altre raccolte fondi sono state lanciate dai giocatori del Toro, come quella di Zaza per la Basilicata. Bellissimi gesti da parte di Belotti e Rincon che hanno donato grandi somme sempre a sostegno delle strutture mediche.

Aiuti economici al San Raffaele di Milano, li ha mandati anche Miguel Veloso. Il giocatore dell’Hellas è stato tra i primi a rendere noto un gesto simile, dando così un impulso importante alle iniziative benefiche. Tra le squadre più colpite invece, c’è la Sampdoria con 7 giocatori risultati positivi. Così i blucerchiati si sono attivati immediatamente a supporto dell’ospedale San Martino. Non è stato da meno il Genoa, che ha promosso le donazioni per il medesimo ospedale. Messaggi di supporto sono arrivati anche da parte dell’Udinese.

Fiorentina, Bologna, Parma, Spal e Sassuolo: nessuno si risparmia

Come la Samp, la Fiorentina è una delle squadre di Serie A che è stata colpita maggiormente dal Coronavirus. Indipendentemente da questo però, Commisso ha voluto organizzare una raccolta fondi a favore degli ospedali fiorentini. Un’iniziativa simile a quella del Milan, esposta sopra, è arrivata da parte del Parma insieme ad una più che cospicua donazione per l’ospedale Maggiore.

Nello stesso senso si sono mossi anche i tifosi del Bologna. I supporters rossoblù infatti, hanno reso noto che, qualora il campionato dovesse essere sospeso definitivamente, rifiuterebbero il rimborso dei biglietti. L’obiettivo sarebbe quello di donare le somme agli ospedali. La Spal invece, ha contribuito, tramite un versamento economico, all’acquisto di 7 ventilatori polmonari per l’AUSL di Reggio. Grandi contributi in denaro sono arrivati anche da parte del Sassuolo per gli ospedali locali.

Serie A contro il Coronavirus: l’impegno di Roma, Lazio, Napoli, Cagliari e Lecce

La società che si è mossa più attivamente forse è la Roma. Oltre alle donazioni in denaro e di ventilatori polmonari, la società ha fatto sapere tramite un comunicato che fornirà kit sanitari e cibo ai propri abbonati over 75. Dall’altra sponda del Tevere, i tifosi biancocelesti si sono mobilitati tramite raccolte fondi per l’ospedale di Civitavecchia. La società insieme ad Acerbi e Parolo ha promosso la campagna per la donazione di sangue indetta dalla regione.

Molto importante è stato anche l’aiuto fornito da Insigne e dal Napoli, lodato anche dal presidente della Campania De Luca. Anche il Cagliari ha dimostrato di essere presente nella lotta contro il Coronavirus, tramite una donazione da parte della fondazione Carlo Enrico Giulini. Infine, solidarietà è arrivata anche da parte del Lecce.

Back to top button