Calcio

Serie A, diritti tv: rifiutata l’offerta di Sky

Rifiutata l’offerta di Sky per il pacchetto 2 di diritti tv per il campionato di Serie A relativo al triennio 2021-2024. Il pacchetto avrebbe compreso tre gare a giornata in co-esclusiva con DAZN. Non è bastato il voto delle 13 le società favorevoli, con 7 astenuti (Juventus, Inter, Napoli, Lazio, Atalanta, Verona e Fiorentina). L’offerta di Sky aveva raggiunto gli 87,5 milioni euro a stagione. Servirà dunque un nuovo bando.

Serie A, diritti tv: nuova assemblea venerdì

Come si legge nel comunicato ufficiale: “L’Assemblea della Lega Serie A si è svolta oggi con la partecipazione in collegamento video di tutte le 20 associate. Si è proceduto alla votazione sull’offerta di Sky per il pacchetto 2 dei diritti audiovisivi domestici per il triennio 21-24 che non è stata approvata. Entro le prossime due settimane sarà avviata una nuova procedura competitiva per l’assegnazione dei diritti rimasti invenduti. I club torneranno inoltre a riunirsi venerdì per completare l’analisi delle offerte ricevute sui diritti internazionali”. È dunque stata convocata in via d’urgenza una nuova assemblea della Lega Serie A, venerdì 2 aprile, alle 12:30 in videoconferenza.

Back to top button