CalcioSport

Under e Perotti chiudono la pratica Udinese per 2-0

È un incontro pomeridiano di Serie A tutto da assistere oggi tra Udinese e Roma alla Dacia Arena in Friuli, con le squadre decisamente motivate a portare a casa i 3 punti, ma la legge del calcio è: solo una prevarrà. Scopriamolo insieme.

FORMAZIONI

UDINESE (3-5-2): Bizzarri; Larsen, Danilo, Samir; Widmer, Barak, Behrami, Fofana, De Paul, Perica.  All. Massimo Oddo

ROMA (4-2-3-1): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Juan Jesus; De Rossi, Pellegrini; Under, Naingolaan, El Sharaawy; Dzeko.  All. Eusebio Di Francesco

Oddo deve fare a meno di Lasagna infortunato, perciò la novità in attacco è Perica titolare, che agirà al fianco di De Paul. Di Francesco invece fa riposare Kolarov e schiera Juan Jesus nel ruolo di terzino sinistro. 

PRECEDENTI

Nel complesso sono 43 i precedenti al Friuli, con 14 successi dei padroni di casa, 11 pareggi e 18 vittorie dei capitolini. L’Udinese, che ha vinto solo 1 degli ultimi 6 match disputati in Serie A, non vince in casa con la Roma dal 25 novembre 2011, quando fu 2-0 grazie a di Di Natale e Isla; nello scorso campionato s’impose la Roma per 1-0 con gol di Nainggolan. 

Moderno e ampio, è la Dacia Arena – immagine fonte web

CRONACA

Alla Dacia Arena c’è una cornice da sold-out per lo scontro pomeridiano tra Udinese e Roma. Dopo l’ingresso in campo dei giocatori e i saluti con gli arbitri di gara, capeggiati da Di Bello, risuona il fischio d’inizio di una partita assente di tatticismi e molto aperta. Il primo squillo è il contropiede giallorosso dettato da El Shaarawy al 6′: l’ala italiana allarga per Under che, dopo una serie di finte, calcia col sinistro verso la porta di Bizzarri, ma il tiro viene deviato del giocatore turco, spegnendosi sul fondo.

Under ancora titolare, stavolta contro l’Udinese – immagine fonte web

Peccato che si presenti anche la prima distrazione dei capitolini con Juan Jesus che sbaglia il retropassaggio verso Alisson: Perica si avventa sul pallone e tocca col destro, ma il portiere brasiliano è bravissimo e respinge il pallone con i piedi, sventando un pericolo enorme. La Roma però non vuole commettere errori del genere e al 24′ cerca di riprendersi con un’altra proiezione offensiva: Florenzi ha tanto campo e allarga per Under sulla destra, l’esterno turco si accentra, entra in area e scarica un sinistro sul primo palo, ma Bizzarri si distende e respinge il pallone. 

È una gara molto coinvolgente perché entrambe le squadre cercano con insistenza la via del vantaggio, mantenendo un pressing altissimo. I padroni di casa però sanno di avere tutto il tempo per creare le proprie azioni offensive, difatti si presentano pericolosi con uno dei migliori prospetti a centrocampo, sponda friulana: Fofana salta Nainggolan e libera un destro strepitoso dalla lunga distanza, ma la conclusione del centrocampista ivoriano finisce di un soffio a lato.

Fofana focalizzato sulla palla e sulla prossima azione – immagine di “Gettyimages”

Ma è chiaro che il primo tempo sia decisamente favorevole alla Roma che si ripropone in avanti con un’altra bella azione al 35′: con un filtrante di Nainggolan per lo scatto di El Shaarawy in profondità, il giocatore italiano fa partire un diagonale col sinistro, ma non colpisce bene il pallone che finisce a Bizzarri. I friulani rispondono poco dopo con Barak che inventa per l’inserimento di Perica che si ritrova solo contro Alisson, ma il portiere brasiliano capisce tutto e blocca il pallone in uscita.

El Shaarawy mentre colpisce la sfera – immagine di “Tuttosport”

Gli ultimi minuti della prima frazione di gioco sono ad alta tensione e ad elevati ritmi di gioco, però al termine del 45′ Di Bello dichiara 1′ di recupero, con il match che si chiude senza ulteriori emozioni sul risultato di 0-0, aspettando la ripresa.

Fine dell’ intervallo e giocatori che rientrano sul rettangolo di gioco. Al momento opportuno l’arbitro fischia l’inizio del secondo tempo, subito ricco di imprecisioni errori da una parte e dall’altra.

Prima si presenta un’indecisione tra Alisson e Manolas fuori dalla propria area di rigore, ma il difensore greco, in extremis, riesce ad allontanare la sfera; poi al 52′ la difesa romana si perde Perica su rimessa laterale di De Paul direttamente in area di rigore: l’attaccante bianconero rientra sul destro, salta Fazio e prova lo scavetto, ma Alisson è bravo e respinge il pallone in uscita bassa. Intanto Larsen riceve la prima ammonizione del match per fallo tattico su El Shaarawy in contropiede.

La grinta di De Paul – immagine fonte web

La Roma sembra essersi riassestata dietro, difatti continua a sferrare attacchi pungenti su ripartenza al 60′: Under, dalla destra, cerca il cross ad aggirare la difesa friulana, e Bizzarri anticipa Dzeko pronto a colpire a rete da posizione ravvicinata. Appena dopo Massimo Oddo opta per il primo cambio di gara, facendo subentrare Jankto al posto di Behrami; altro momento di pausa arriva con Perica che riceve giallo per sbracciata su Manolas.

Di Francesco non si scompone e controbatte con l’entrata di Perotti per El Shaarawy, optando per un giocatore più fresco, che salti l’uomo. Ma non sarà grazie al neo entrato che la Roma al 70′ passa in vantaggio: De Rossi verticalizza per Under, il giocatore turco controlla e, dal limite dell’area, scarica un sinistro insidioso che finisce in rete. 1-0 oggettivamente meritato per la squadra capitolina che non ha mai smesso di attaccare, con l’Udinese che si è fatta sorprendere.

L’autore del goal, Cengiz Under – immagine di “ANSA.it”

Il goal subito porta una timida reazione della squadra di casa con Widmer che ci prova due volte, ma, dopo il primo tiro respinto, la palla finisce tra le braccia di Alisson. Dal 70′ invece il match sarà molto frammentato a causa dei cambi e delle ammonizioni, perché prima entra Strootman per De Rossi , mentre i bianconeri sostituiscono Ali Adnan e Perica per Balic e Maxi Lopez; in secondo luogo Dzeko viene ammonito per sbracciata su Samir.

L’Udinese sicuramente non ha izzato bandiera bianca e tenta di acchiappare il pareggio con De Paul all’81’: in area di rigore, salta Strootman e calcia col destro sul primo palo, ma Alisson è attento e copre, opponendosi al tiro ravvicinato dell’attaccante argentino. L’allenatore della Roma sceglie di effettuare l’ultimo cambio: Defrel dentro e Under fuori.

Inaspettatamente la Roma, da vera “grande”, mette a tacere tutti e chiude il match grazie al 2-0 di Perotti al 90′: Defrel recupera palla in zona offensiva e trova Nainggolan, che serve lo scatto di Perotti in area e, con un tocco di esterno destro, batte Bizzarri. Nonostante i 4′ di recupero concessi da Di Bello non c’è più tempo allo Stadio Friuli e Udinese-Roma finisce 0-2, con i giallorossi momentaneamente al terzo posto e l’Udinese immobile a 33 punti.

Perotti segna il 2-0 per la Roma – immagine fonte web

Di Yvonne Alessandro

Back to top button