CalcioSport

Serie B, 18ª giornata: l’Hellas Verona sale al terzo posto

Nella 18ª giornata del campionato cadetto, l’Hellas Verona supera il Cittadella 4-0 grazie ad un grande Pazzini, e si prende il terzo posto in classifica. Davanti ai veneti ci sono sempre Palermo e Brescia; vincono anche Benevento Pescara e Perugia. Tre punti importanti per il Livorno, che batte il Carpi nello scontro salvezza. Crisi per il Crotone, con Oddo sempre più in bilico; riposa il Lecce.

Cronaca 

Nella giornata di Santo Stefano, il Brescia batte all’ultimo respiro nel derby lombardo la Cremonese: il 3-2 del “Rigamonti” consente alle rondinelle di mantenere il secondo posto in classifica. Nonostante le assenze eccellenti di Donnarumma, Tonali, Dell’Oglio e Alfonso, i padroni di casa chiudono il primo tempo in vantaggio di due reti: al 22′ Spalek, grazie all’assistenza di Torregrossa, realizza l’1-0, mentre al 42′ Bisoli ribadisce in rete la respinta di Ravaglia su un tiro di Ndoj. Nella ripresa Rastelli inserisce Piccolo, che al 53′ accorcia subito le distanze con un gran sinistro dalla distanza. Al 78′ è lo stesso Piccolo che riporta il risultato in parità, realizzando un calcio di rigore conquistato da Montalto: 2-2 e tutto da rifare per il Brescia. La squadra di casa vuole vincere la partita, e ricomincia a macinare gioco: dopo il palo colpito da Torregrossa, al 90′ Ndoj si avventa su una palla vagante, e dal limite dell’area in scivolata mette a segno con il destro il gol vittoria.

serie b brescia hellas verona
(PHOTO CREDITS: gazzetta.it)

Nell’altra partita di giornata, il Livorno vince nettamente sul campo del Carpi, ed ottiene tre punti fondamentali per la corsa salvezza. Gli ospiti sbloccano il match dopo dieci minuti con Pedrelli che di testa, sul bel cross di Bruno, segna l’1-0. Il Livorno sfiora il raddoppio con Raicevic, che di testa colpisce la traversa. I padroni di casa al 24′ pareggiano: Arrighini salta in velocità Mazzoni e la mette in mezzo per l’accorrente Di Noia, che a porta sguarnita ristabilisce la parità. Anche nella seconda frazione di gioco i toscani iniziano meglio, e al 54′ tornano avanti con Murilo, che riceve in area, controlla e con il destro batte Colombi. Dopo molte occasioni, il Livorno chiude la partita con la doppietta di Giannetti, che prima con il destro, poi con un sinistro di precisione, fissa il risultato sull’1-4.

(PHOTO CREDITS: corrieredellosport.it)

Il Pescara batte di misura il Venezia all’ “Adriatico”, e tiene il passo delle prime. Nel primo tempo la squadra abruzzese reclama per due volte il calcio di rigore, e si rende pericolosa con Antonucci e Machin. Per gli ospiti ci prova Vrioni. Nella ripresa Antonucci, con un tiro deviato, colpisce il palo. È il preludio alla rete decisiva di Brugman, che arriva al 74′ con un gran destro da fuori area che bacia la traversa e termina in rete.

(PHOTO CREDITS: tuttosport.com)

L’Hellas Verona, grazie ad un grande Giampaolo Pazzini, autore di una tripletta, batte per 4-0 un Cittadella che non perdeva da tre mesi, e sale al terzo posto. Nella nebbia del “Bentegodi” sono gli ospiti ad andare vicini al vantaggio con Panico, che in rovesciata colpisce la traversa. Al 10′, sugli sviluppi di un corner battuto da Gustafson, Pazzini trova la rete dell’1-0 con una deviazione sotto porta. Al 32′ il bomber di casa realizza la doppietta personale, insaccando da due passi un pallone vagante dopo una conclusione deviata di Gustafson. All’82′ il Verona si conquista un calcio di rigore molto dubbio con Matos: dal dischetto Pazzini non sbaglia, cala il tris e chiude la partita. Nel finale c’è il tempo anche per il gol di Tupta, che raccoglie la sponda di Caracciolo, e di testa realizza il 4-0 finale.

(PHOTO CREDITS: picenotime.it)

CosenzaSalernitana termina a reti bianche. In una partita con poche emozioni, per i padroni di casa il più pericoloso è Tutino. I campani ci provano, soprattutto nella ripresa, con il nuovo entrato Rosina e con Jallow.

Importante vittoria del Benevento, che batte il Padova nella nebbia dell’ “Euganeo”. Nella prima frazione di gioco ci provano con più convinzione i campani, ma i tentativi di Improta e Tello non trovano la via della rete. Il gol decisivo arriva al 79′: gran palla di Ricci per Improta, che davanti a Merelli non sbaglia e regala i tre punti al Benevento.

Dopo due pareggi il Palermo torna alla vittoria: al “Renzo Barbera” i rosanero superano 3-0 l’Ascoli. Il match si sblocca al 26′: nel tentativo di eludere la pressione di Moreo, il portiere ospite Perucchini si trascina incredibilmente il pallone nella propria porta. Nella ripresa gli ospiti provano a ristabilire la parità con i tentativi di Cavion, che con un tiro cross deviato colpisce la traversa, e con una punizione di Ninkovic che scheggia anch’essa la traversa. Al 73′ il Palermo si porta sul doppio vantaggio con Chochev, che raccoglie una respinta di Perucchini su conclusione di Trajkovski, e con un gran sinistro realizza il 2-0. Nel finale Szyminski, sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti, realizza a porta sguarnita il 3-0 finale.

(PHOTO CREDITS: picenotime.it)

Vittoria con lo stesso punteggio anche per il Perugia, che batte 3-0 il Foggia al “Curi”. Nel primo tempo il protagonista assoluto è il classe 1999 Kouan, autore di una doppietta. Al 13′, servito in profondità da Verre, porta in vantaggio i padroni di casa con un bel destro che infila Bizzarri. Al 27′ l’ivoriano realizza il 2-0 con un preciso sinistro che trova l’angolino basso. Nel secondo tempo Bizzari evita più volte la terza rete umbra, che arriva lo stesso nel recupero in contropiede con Vido, che mette a segno il 3-0 con il sinistro dopo la respinta dell’estremo difensore ospite sulla conclusione precedente dello stesso attaccante di casa.

(PHOTO CREDITS: acperugiacalcio.com)

Crisi nera per il Crotone, che perde malamente 0-3 in casa contro lo Spezia, e scivola al terzultimo posto in classifica. I liguri passano in vantaggio al 12′ con De Francesco, che riceve da Bartolomei, e con un bel destro a giro trova l’angolino basso per l’1-0. Il centrocampista ospite sfiora anche la seconda rete nella ripresa, con un destro di prima intenzione sul quale Cordaz si supera. Al 78′ il nuovo entrato Pierini, su assistenza di Vignali, mette a segno lo 0-2 con un diagonale mancino da posizione difilata. Nel finale i protagonisti della seconda rete si ripetono, ed è ancora Pierini a realizzare, questa volta con il destro, il gol del definitivo 0-3.

(PHOTO CREDITS: acspezia.com)

Risultati 

  • Brescia – Cremonese 3-2 (22′ Spalek, 42′ Bisoli, 90′ Ndoj; 53′, 78′ rig. Piccolo)
  • Carpi – Livorno 1-4 (24′ Di Noia; 10′ Pedrelli, 54′ Murilo, 83′, 94′ Giannetti)
  • Pescara – Venezia 1-0 (74′ Brugman) 
  • Hellas Verona – Cittadella 4-0 (10′, 32′, 82′ rig. Pazzini, 90′ Tupta)
  • Cosenza – Salernitana 0-0
  • Padova – Benevento 0-1 (79′ Improta) 
  • Palermo – Ascoli 3-0 (26′ aut. Perucchini, 73′ Chochev, 86′ Szymiński 
  • Perugia – Foggia 3-0 (13′, 27′ Kouan, 94′ Vido)
  • Crotone – Spezia 0-3 (12′ De Francesco, 78′, 89′ Pierini) 
  • Riposo: Lecce 

Classifica 

  1. Palermo 34
  2. Brescia 31
  3. Hellas Verona 29 
  4. Lecce 29 
  5. Pescara 29 
  6. Benevento 28 
  7. Cittadella 26 
  8. Perugia 26 
  9. Spezia 25 
  10. Salernitana 24
  11. Ascoli 21
  12. Venezia 20 
  13. Cremonese 19 
  14. Cosenza 19 
  15. Carpi 16
  16. Livorno 14
  17. Crotone 13
  18. Foggia 12
  19. Padova 11

Prossimo turno 

Domenica 30 dicembre, ore 12:30 
  • Foggia – Hellas Verona 
ore 15:00 
  • Cittadella – Palermo 
  • Cremonese – Foggia 
  • Venezia – Carpi 
  • Salernitana – Pescara 
  • Ascoli – Crotone 
ore 16:00 
  • Benevento – Brescia 
ore 18:00
  • Livorno – Padova 
ore 21:00 
  • Spezia – Lecce 
Riposa 
  • Cosenza 

Paolo Trotta 

 

Back to top button