Calcio

Serie D, gare truccate in Sicilia: diverse società e giocatori coinvolti

Terremoto clamoroso scoppiato in Serie D: gare truccate in Sicilia nella stagione 2019/20. Nel mirino del Procuratore Federale sarebbero piombate società e giocatori del raggruppamento regionale tra cui Acireale, Troina, San Tommaso, Gela, Licata, Rotonda, Alcamo e Marsala.

Uno scossone è pronto ad abbattersi sulla Serie D dello scorso anno. Motivo? La Procura Federale ha aperto un fascicolo, contenente 32 pagine, su possibili gare truccate nel torneo dilettantistico regionale della Sicilia. L’oggetto di questo documento è di “Trasmissione atti da parte della Procura della Repubblica di Enna in ordine a condotte di presunto illecito sportivo poste in essere da tesserati di società partecipanti al Campionato di Serie D 2019-20 (Girone I)”. Tra le società che sarebbero attivamente coinvolte in questo scandalo calcistico figurano i nomi di Acireale, Troina, San Tommaso, Gela, Licata, Rotonda, Alcamo e Marsala.

Serie D, gare truccate in Sicilia: l’occhio della Procura Federale su diverse partite

Fra le gare incriminate, che in queste ore stanno passando ai raggi X della Procura Federale, figurerebbero anche Acireale-Troina 4-2 del 22 settembre 2019 e San Tommaso-Acireale 0-1 del 9 febbraio 2020. I personaggi coinvolti in Sicilia e Calabria sarebbero una trentina. Il procuratore Giuseppe Chiné ha firmato la notifica di conclusione delle indagini su alcune gare sospette facenti parte del campionato di Serie D siciliano dello scorso anno. I risultati di queste partite, infatti, sarebbero stati truccati per favorire le vincite a chi scommetteva del denaro.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button