Motori

Silvia Frangipane Hoffer: da architetta ad addetta stampa in F1

Silvia Frangipane Hoffer
Silvia Frangipane Hoffer ai tempi della McLaren – Photo Credit: McLaren

La rubrica di W-on Track prosegue con una grande figura di spicco del mondo della F1, da architetto a portavoce di un top team di Formula 1, Silvia Hoffer Frangipane, addetto stampa di alcuni top team di Formula 1. Laureata in architettura al Politecnico di Milano, ha iniziato a lavorare per Bugatti per poi entrare nel fantastico mondo della F1. Silvia è apprezzata da tutti ed è ritenuta una delle figure più competenti nel suo campo.

L’esordio in Minardi e il passaggio alla Williams

Silvia, altoatesina per eccellenza, nasce a Bolzano ed è la figlia del giornalista Rai Ettore Frangipane. La Hoffer, consegue la laurea in architettura al politecnico di Milano e inizia subito a lavorare con Bugatti come architetto, curandone l’immagine aziendale e poi, successivamente, si trasferisce a Bologna presso la sede della Ducati nel ruolo di PR Manager. Dalle moto alla F1 il passo è breve, dopo due anni passati alla Ducati nel 1998, riceve una proposta dalla F1, da parte della Minardi per occuparsi dell’ufficio stampa della scuderia.

L’anno dopo, nel 1999, il team di Frank Williams e Patrick Head propone alla Frangipane di entrare nel team Williams nel ruolo di addetto stampa, visto e considerato che la scuderia inglese aveva stretto un accordo con la BMW ed avevano bisogno di un’addetta stampa che parlasse anche il tedesco. Il matrimonio con la Williams è durato 10 anni e la Hoffer si è trovata ad affiancare piloti come Alex Zanardi, Ralph Schumacher, Juan Pablo Montoya e Nico Rosberg.

Silvia Frangipane Hoffer
Silvia Frangipane Hoffer – Photo Credit: WilliamsOfficialAccount

Dalla McLaren alla Ferrari

Nel 2010 la Hoffer arriva in McLaren, un ruolo di prestigio in una scuderia di prestigio. A Woking la Hoffer ha avuto a che fare con il pilota inglese Lewis Hamilton, all’epoca molto giovane e inesperto, da un animo timido e profondo ed il gentleman Jenson Button. Ma ci sono anche Sergio Perez, Kevin Magnussen ed infine lo spagnolo Fernando Alonso. Con quest’ultimo la Hoffer è stata una vera e propria “guardia del corpo“. In una delle interviste Silvia afferma che Alonso era sempre molto positivo, puntuale e soprattutto preparato, uno dei pochi che nelle interviste parlava sia in spagnolo che in inglese che in italiano.

Dopo 9 anni stupendi passati con il team di Woking Silvia ritorna in Italia. Nel 2019,infatti, arriva a Maranello con il ruolo di direttrice dell’ufficio stampa della Ferrari, prendendo il posto di Alberto Antonini. In Ferrari, alla sua lunga lista di piloti, si aggiungono Sebastian Vettel e Charles Leclerc.

Silvia Frangipane Hoffer mclaren button hamilton
Lewis Hamilton, Silvia Frangipane, Jenson Button – Photo Credit:McLarenOfficialAccount

L’emblema femminile del circus di F1

Positiva, entusiasta, energica, preparata sono solo alcune delle qualità di questa grande donna; entrata nel circus della F1 molto giovane, circondata all’inizio della sua carriera da soli uomini, poichè all’epoca era ritenuto un sport prettamente maschile. Ma la F1 non è fatta da soli piloti, dietro ogni pilota c’è un lavoro immenso di tantissime persone e ad oggi il circus si è riempito di donne. Tra addette stampa, ingegneri, collaudatori, piloti, fisioterapisti e meccanici, ogni giorno che passa le donne che amano e che fanno del proprio lavoro questo sport aumentano sempre di più.

Ritornando alla nostra Silvia possiamo aggiungere che è una brava madre e moglie, è riuscita e riesce ancora oggi a gestire la sua vita privata e quella lavorativa nel migliore dei modi. Una donna appassionata e amante del proprio lavoro, bella, brava, gentile e sempre disponibile, nel paddock di F1 è apprezzata da tutti, anche dai fan.

Silvia Frangipane Hoffer
PR Manager F1 2019 – Photo Credit: SilviaFrangipaneHofferFacebookAccount

Il pensiero di Silvia – Donne e Formula 1

“Essere donna in F1 secondo me è solo un vantaggio. La maggior parte dei miei interlocutori, sono uomini ed io trovo che sia addirittura più semplice trattare con rappresentanti dell’altro sesso. E’ chiaro che devi saper fare il tuo lavoro, a prescindere dal fatto che tu sia uomo o donna, ma una volta che hai dato prova di essere all’altezza, ti sei guadagnato il rispetto di chi hai intorno. Niente pregiudizi, per quanto mi insegna la mia esperienza. Le corse sono una passione e purtroppo sono poche le donne ad avere questa passione”.

Silvia Frangipane Hoffer ferrari
Silvia Frangipane con i colori della Ferrari – Photo Credit: FerrariOfficialAccount

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/763761317760397
NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Mara Romano

Back to top button