LetteralMente Donna

Simone Weil, la grande filosofia tra sventura e misticismo

Benvenuti nell’universo femminile di LetteralMente Donna. Faremo un viaggio nella Francia della prima metà del 900′ alla scoperta di una grande pensatrice e filosofa. Parleremo di verità, di sventura e di misticismo. Abbiamo dedicato la puntata di oggi a Simone Weil e alle sue opere.

“Il bisogno di verità è il più sacro di tutti eppure non se ne parla mai, la lettura fa spavento quando ci si è resi conto della quantità e della enormità di menzogne materiali diffuse senza vergogna anche nei libri degli autori più amati; e così leggiamo come se si bevesse dell’acqua da un pozzo sospetto”

Queste poche righe scritte da Simone Weil ci fanno cogliere il centro della sua grande filosofia antisistematica come il bisogno del vero. Quella verità che non ci può essere nel materialismo marxista ma che ha significato per la Weil un grande impegno di attenzione che vuol dire compassione nel vero significato di patire insieme le disgrazie dell’altro. Ecco il perchè di alcune scelte radicali come il duro lavoro in fabbrica e la diverse privazioni volute dalla Weil per avvicinarsi alle classi più povere alla scoperta dell’animo umano

La sventura e il misticismo di Simone Weil

Simone Weil, fonte Donne e Pensiero Politico – DoPP

Come si evince dagli scritti “Attesa di Dio” e “La prima radice” il grande enigma dell’esistenza umana posto da Simone Weil è la sventura. Si tratta della sofferenza a cui l’uomo è condannato per la sua distanza da Dio. La sventura dell’uomo è dunque una soluzione ineluttabile frutto della sua imperfezione. Un dolore provato dallo stesso Cristo che si è sentito abbandonato da Dio durante la crocifissione. Un Dio che incredibilmente posto la sventura come padrona dell’animo umano. Questo pensiero pessimistaa ha tenuto sempre lontana la Weil dalla chiesa cattolica pur dimostrando negli ultimi anni della sua giovane vita una ritrovata fede a partire dalla presenza interiore avvertita nella Porziuncola ad Assisi.

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button