MovieNerd

“Spiderman No Way Home”, Andrew Garfield racconta com’è stato mentire

Adv

Spiderman No Way Home” è l’ultimo capitolo della trilogia con protagonista l’Uomo Ragno, Andrew Garfield ha raccontato in un’intervista com’è stato mentire sulla sua presenza nel film.

“Spiderman No Way Home” e l’esperienza di Garfield

Andrew Garfield, insieme a Tobey Maguire e Tom Holland, è uno degli interpreti dell’Uomo Ragno nel film recentemente uscito.
In una recente intervista per The Wrap, l’attore parla della sua esperienza in “Spiderman No Way Home”, soprattutto per quanto riguarda il nascondere la sua partecipazione nella pellicola mentendo durante le interviste.
Ecco un estratto dall’intervista:

“E’ stato piuttosto stressante ma anche stranamente divertente. Ci sono stati momenti in cui pensavo: “Dio, odio mentire. Non mi piace mentire e non sono un bravo bugiardo” ma ho continuato a vedere il tutto come un gioco. E ho continuato a mettermi nei panni di un fan di quel personaggio, il che non è difficile da fare. Mi sono messo in quella posizione e pensavo: “Vorrei saperlo? Vorrei essere preso in giro? Vorrei che mi mentissero? Vorrei continuare a chiedermi se questi attori ci sono oppure no?  Vorrei scoprirlo andando al cinema? “”

Continuando l’attore ha poi paragonato questo periodo ad una lunga partita a Lupus in Fabula in cui interpretava il ruolo del lupo:

“Come sa chiunque abbia giocato al gioco Lupus in fabula, se sei il lupo mannaro, sei triste perché sai che avrai un paio d’ore stressanti davanti a te. Dovrai mentire spudoratamente ai tuoi amici e cercare di convincerli che non sei il cattivo nel gioco. Ma è stato emozionante, in realtà. Ho lavorato così duramente per mantenere il segreto mentre stavo girando ad Atlanta. Tutte quelle fughe di notizie mi facevano pensare: “Oh, mio ​​Dio, ragazzi, che diavolo sta succedendo? Sto lavorando così duramente per fare tutto in segreto, e poi ecco un’immagine di me con Tobey!” E loro: “No, no, terremo il segreto”. E io: “OK, continuerò a negarlo”

Tutto è bene quel che finisce bene

Andrew Garfield si definisce poi contento del risultato delle sue bugie, dato che hanno reso l’esperienza nelle sale cinematografiche molto più emozionante per tutti i fan:

“Sono stato felice di averlo fatto, ma è stato frutto di un duro lavoro da parte di tutti. Ovviamente ha dato alle persone una grande emozione al cinema, e cosa vuoi di più da un’esperienza cinematografica che porti un brivido? È stata un’esperienza strana giocare alla versione di massa di Lupus in fabula con ogni singolo fan di Spider-Man nel mondo. È stato incredibilmente divertente

Spiderman No way home photo credit web
Andrew Garfield nei panni di Spiderman – Photo credit: web

Per altre notizie continuate a seguirci!

Federica Giorgi

Seguici su
MetroNerd
Instagram
Facebook

Federica Giorgi

Nata a Roma nel 1999. Studia Comunicazione, tecnologie e culture digitali alla Sapienza. Appassionata di cinema, serie tv, videogiochi, fumetti e tutto ciò che concerne l'universo Nerd.

Related Articles

Back to top button