Stati Uniti accusano Huawei e Meng di aiutare le banche ad evadere sanzioni sull’Iran

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha mosso pesanti accuse contro la società di telecomunicazioni cinese Huawei, diverse filiali e il suo Chief Financial Officer, Meng Wanzhou, che consistono nel rubare segreti commerciali, ostacolare la giustizia e aiutare le banche ad evadere sanzioni per l’Iran.

Da tempo il Governo Usa aveva sospetti sul colosso cinese.

Le accuse sostengono che Huawei, la sua affiliata in Iran e Meng abbiano commesso una serie di crimini, tra cui rubare segreti commerciali e ostruzione della giustizia.

Il procuratore generale, Matthew G. Whitaker, affiancato dai capi di diverse altre agenzie di gabinetto, ha detto che gli Stati Uniti cercherebbero di avere l’estradizione di Meng dal Canada, dove è stata trattenuta l’anno scorso su richiesta degli Stati Uniti.

Martina Onorati

© RIPRODUZIONE RISERVATA