Videogames

TemTem Ps5, prova dell’early access: quando Pokémon inizia a stare stretto!

Adv

TemTem PS5: L’mmorpg dello studio Crema si presenta anche su console! Abbiamo provato su Playstation 5 questo titolo cercando di apprezzarlo senza farci condizionare dai pregiudizi. Tanto ancora da vedere e da esplorare. Un Early access che fà ben sperare! Pronti a catturare i mostriciattoli nelle vostre TemCard?

Lanciato con una campagna crownfunding su Kickstarter nel maggio 2018, e rilasciato nello Steam Store nel Gennaio del 2020, TemTem finalmente approda con il suo early access anche su PS5.

Questo titolo, per chi non lo conoscesse, è sviluppato dallo Studio Crema (studio spagnolo dietro ad un’altro interessante titolo come Immortal Redneck) che vogliamo ringraziare per averci dato l’opportunità di provare con mano l’early access di questa ip sulla nostra console.

Potremmo iniziare a parlare del titolo come una copia della serie di videogames Pokemon! E a primo impatto effettivamente così sembra. Approfondendo il titolo però dobbiamo sostanzialmente ricrederci su questo pensiero.

Vero che l’inizio è tanto (troppo) simile a quello che abbiamo vissuto nei titoli di Game freak (con tanto di cameretta, pupazzi sopra il letto, una mamma che ci invoglia nell’avventura e un professore che ci inizierà al mondo dei TemTem), ma col passare del tempo in game ci rendiamo conto che molto probabilmente ci aspetta qualcosa di più profondo all’interno di questa ip!

TemTem Ps5 Ricciola
Il nostro pg (Ricciola) con il menù di modifica dell’aspetto. Semplice ma soddisfacente

TemTem PS5: Copia carbone o rivoluzione di un genere?

Diciamolo subito: TemTem è un lavoro che probabilmente vuole omaggiare più che copiare la serie di titoli Nintendo. Non ha un cartone affiancato al titolo, non ha un mercato basato su carte collezionabili o gadget di ogni tipo. Ha avuto il coraggio di uscire da solo!

Che sia un inizio per un nuovo genere videoludico? Conosciamo solo Pokemon come merchandising (oltre a Digimon, forse anche più affine per il fatto che i mostri sono digitalizzati all’interno di carte virtuali) e forse questo esperimento può lanciare un vero e proprio genere relegato ad una sola Ip che non ha concorrenti così meritevoli o così prepotenti. Non è facile contrastare una macchina da soldi che ci accompagna da tantissimi anni. Generazioni di giocatori hanno come standard quel mondo che ormai Nintendo ha espanso in maniera spropositata.

Questo titolo però ha probabilmente un compito ben più complesso di questo: innovare un genere che rimasto troppo ancorato alle sue origini e non ha avuto cambiamenti sostanziali da ormai troppo tempo!

TemTem Ps5, prova dell'early access: quando Pokémon inizia a stare stretto!
Guarda!!! Un giocatore online selvatico!

Qualsiasi fan si è “stancato”(o chiede più impegno e novità a Game freak) di una formula che sembra non voler cambiare. Le novità non arrivano (o se arrivano non sono abbastanza sostanziose). Ed ecco qui TemTem: un titolo che sembra copiare, ma che in realtà omaggia e cerca una sua identità, tentando di non rimanere all’ombra del grande padrone del mercato.

I TemTem non hanno carisma, ma il titolo ha tante novità da proporre al genere Pokemon-Like

La nota più dolente a nostro parere, è il fatto che queste creature, catturabili con le TemCard, (dispositivi che digitalizzano la creatura dentro una carta, che fungono proprio come le pokeball) non hanno un character design così ispirato. A tratti sembrano brutte copie appunto delle creature di casa Nintendo.

TemTem Ps5 a spasso con Houchic
A spasso con il nostro Starter Houchic

MA… La struttura del titolo è (per certi versi) ben più solida e innovativa! Anche più matura. Abbiamo apprezzato anche la possibilità di dialoghi dinamici con gli NPC, che possono cambiare in base alle nostre risposte (presenti varie lingue, purtroppo ad ora assente la lingua italiana). Anche se non influenzeranno l’andamento della nostra avventura, una scelta di dialoghi diversi dà quel tocco in più che non ci aspettavamo!

Nonostante i rimandi e alcune condizioni di gioco (come combattimenti e i “nemici” alllenatori sparsi per la mappa, o anche la TemPedia…cioè il nostro pokedex per essere più specifici) il titolo ha una propria identità, ed è ben distinta. Un simpatico (e semplice) editor per creare il nostro personaggio, accompagnato da una grafica cartoonesca e coloratissima, ci introduce in quello che sembra un’evoluzione nei giochi Pokemon-like!

TemTem PS5: Combattimenti profondi e la barra stamina!

Nonostante come abbiamo precedentemente detto TemTem sembra “copiare” la Ip Nintendo, possiamo dire che i combattimenti sono ben più profondi e tattici. A differenza del fratello maggiore spirituale infatti, questa Ip propone un combattimento un pò più stratificato. Appare vicino ai nostri mostri la barra di stamina. Detto in termini stretti, ogni creatura ha una barra di stamina (oltre che la classica barra degli Hp) e questa comporta delle scelte difficili per il giocatore, in quanto scegliere la mossa giusta al momento giusto è fondamentale.

Proprio come la barra vitale, se questa finisce il nostro TemTem risulterà esausto. Alcune mosse neanche sono immediatamente disponibili (hanno bisogno di un turno di carica prima di farle eseguire al nostro mostriciattolo). Questo fa si che nonostante ci sia quello che conosciamo (combattimento a turni 1Vs1 o 2vs2) il combat sistem non è così immediato nell’apprendimento. Bisogna quindi scegliere bene le proprie mosse e far girare la squadra per non rischiare di rimanere senza TemTem a disposizione. Dobbiamo evitare quindi oltre a non arrivare a 0 Hp, anche a non farli stancare con le mosse, costringendoci ad effettuare una rotazione ragionata sul campo per vincere battaglie in successione.

TemTem Ps5 Battle
Un 2vs2: Il nostro houchic, nonostante gli hp alti, è quasi allo sfinimento! La stamina non baterà per un altro attacco!

Abbiamo come sempre a disposizione una borsa che ci aiuterà con oggetti che possono ripristinare sia la vita che stamina dei nostri amici mostriciattoli!

Abbiamo perso molte partite ad inizio gioco e, a differenza del titolo Nintendo, anche il nostro antagonista (anche qui come in Pokemon ne abbiamo uno) ci sfiderà appena ci viene assegnato il nostro primo TemTem. Se si perde però, non si ha la possibilità di rifarsi immediatamante, ma si andrà avanti con l’avventura. Un modo un pò brusco ma che ci mette nella posizione di imparare in fretta tutte le meccaniche del caso, oltra che evitare figuracce con gli NPC o anche con gli altri giocatori online.

Detto questo abbiamo apprezzato molto il fulcro del gioco, basato sulle battaglie a turni proprio come Pokemon. Queste scelte nel gameplay come la stamina, il girare il team costantemente e la difficoltà del titolo, ci fà subito capire che probabilmente l’approccio del titolo è leggermente più maturo e meno scanzonato del colosso Nintendo! Una prova di coraggio che ci spinge a pensare ad un’idea chiara nella testa degli sviluppatori. Pokemon-like, ma con un approccio più maturo.

TemCard
I nostri TemTem all’interno delle loro TemCard

Una mappa Enorme che fà da Hub

Fattore non da poco, la mappa. Molto grande e piena di Tamer (allenatori) sparsi un pò ovunque. Anche giocatori: Si proprio giocatori! Oltre alle battaglie classiche fatte contro la cpu, si incontrano in tempo reale altri giocatori collegati da più sistemi di gioco (sia dalla stessa console che su altre piattaforme, Cross-platform portami via).

Per ora ancora non è possibile comunicare con loro, ne fare altro. Le opportunità però sono infinite. Speriamo ovviamente nella possibilità che il titolo ci propone (le nostre speranze sono implementazioni che non si sono mai viste in titoli del genere come: scambi immediati di TemTem tra Tamer, missioni cooperative, o classifiche in game: tutto questo legato alla questione che i giocatori sono nella mappa in tempo reale! Una cosa davvero innovativa) possano essere implementati per avere un prodotto ancora più completo e competitivo!

Ad ora quello che vediamo è solo un early access, e speriamo possa migliorare il progetto perchè di potenziale ce n’è, eccome!

TemTem PS5: Nessun voto, ma una speranza per il futuro!

Non diamo un giudizio finale su questo esperimento che lo Studio Crema ci ha fornito per provare con mano. Essendo un early access non ce la sentiamo di dare ne giudizi idilliaci, ne bocciarlo. Quello che possiamo dire è che il coraggio di mettersi in gioco su un campo come questo, comandato da un solo padrone incontrastato, non è da poco. Apprezziamo molto quello che abbiamo visto e provato, e speriamo in un futuro roseo per un progetto che può svilupparsi in modo molto interessante.

Starter
Photo Credits: Web Gli starter del gioco

Nonostante i mostriciattoli non siano di nostro gradimento come design o ispirazione artistica, la struttura ludica ci fa ben sperare e riflettere. Forse anche Game freak potrebbe “copiare” qualche idea per ricambiare l’amore incontrastato che i suoi fan nutrono per la serie Pokemon.

TemTem prova dove nessuno ha mai voluto neanche tentare! Una buona notizia che può portare un titolo sicuramente innovativo per il genere, ma che potrebbe far svegliare Nintendo nel fare molto più di quello che ha fatto finora!

Ovviamente, vi teniamo aggiornati su quello che sarà il titolo al lancio effettivo, dove porteremo una recensione appena uscirà dalla fase dell’early access. Sperando che tutto quello che abbiamo visto (o che speriamo per la sua componente online, con visibilità dei giocatori in tempo reale) possa concretizzarsi. Ed avere finalmente un titolo sul mercato che possa competere con il colosso Pokemon!

Non perchè odiamo Pokemon, ma perchè Game freak può, e deve, fare di più! Svecchiando quello che ormai sembra un lungo letargo (comunque pregevole) nelle meccaniche dei suoi titoli!

Copiare e rubare è sbagliato, prendere spunto e omaggiare è tutt’altra cosa: TemTem ha creato una sua identità ben distinta e vuole omaggiare un genere che ha bisogno di più concorrenti in gara!

TemTem PS5.

STAY TUNED!!!

Seguici su Facebook e Instagram!
Recupera tutti gli articoli di RetroNerd!

Adv
Adv

Simone Magistrato

Vivere per giocare o giocare per vivere? Nel dubbio Vivo, Gioco e Scrivo! Nato con i videogames nel sangue!
Adv
Back to top button