Cultura

Chi è Terry Fox, oggi è il doodle di Google

Google dedica il doodle di oggi a Terry Fox, un atleta canadese modello di determinazione, forza di volontà e altruismo. Classe 1958, originario di Winnipeg, nella provincia canadese del Manitoba, Terrance Stanley Fox fin da ragazzino manifestò predisposizione e capacità per lo sport. Grande appassionato di nuoto e pallacanestro, nel 1977 (a soli 18 anni) scoprì di avere un cancro alle ossa per il quale subì l’amputazione della gamba destra.  

La Terry Fox Run tenutasi il 13 settembre del 1981, esattamente oggi 39 anni fa, vi parteciparono ben 300mila persone in tutto il Canada, che hanno camminato, corso o pedalato in memoria di Terry, raccogliendo ben 3 milioni e mezzo di dollari, poi devoluti alla ricerca sul cancro. Si stima che ad oggi, come ricorda Focus, siano stati raccolti ben 800 milioni di dollari.“Grazie, Terry – la descrizione di Google, a corredo del Doodle di oggi – per ogni passo che hai fatto verso quel mondo libero dal cancro che hai coraggiosamente immaginato”

LA Maratona di speranza di Terry Fox

«L’esempio di Terry ha, a sua volta, dato un nuovo coraggio a quelli che in tutta la terra lottano contro malattie e infermità», è scritto nella motivazione dell’onorificenza. Quando si cimentò in quell’impresa Terry Fox aveva subito da tre anni l’amputazione della gamba destra. L’idea era di partire dalla costa atlantica del Canada per raggiungere a piedi quella dell’oceano Pacifico, raccogliendo un dollaro per ogni connazionale da devolvere poi alla lotta contro il cancro. Ogni giorno corse 42 chilometri, ma non riuscì a completare l’opera perché dopo 143 e aver percorso 5.373 chilometri gli furono diagnosticati grumi tumorali su entrambi i polmoni (ci pensò poi Steve Fonyo, sopravvissuto al cancro, che percorse con la gamba sinistra amputata la distanza che mancava). Allora la CTV Television Network organizzò una raccolta fondi a suo nome. Un anno dopo la “Maratona della Speranza” entrò in coma e morì il 28 giugno 1981, all’età di soli 22 anni. Dopo la sua morte fu istituita la “Terry Fox Run”, una corsa non competitiva che ogni anno a settembre si svolge per tenere viva la sua memoria e raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro.


Back to top button