Test F1 Barcellona 2020 – Chiusa la prima sessione dei test pre-stagionali di Formula 1; Mercedes si conferma la scuderia da battere mettendo la firma anche sul terzo giorno al Montmelò. Qualche problema per la Ferrari e per la Haas; buono il lavoro delle altre scuderie che continuano il miglioramento e lo sviluppo.

Test F1 Barcellona 2020 – La mattina

L’ultima mattina della prima sessione dei test invernali vede nuovamente protagonista la Mercedes con Valtteri Bottas che chiude al comando in 1.15.732, tempo più veloce in questi due giorni e mezzo di test; lo scorso anno il più veloce fu Sebastian Vettel in 1.16.221. Doppia bandiera rossa in questa mattinata: si fermano infatti la Williams di Latifi e la Ferrari di Sebastian Vettel; quest’ultima ha accusato un problema alla power unit che verrà indagato a Maranello. Haas e McLaren lavorano con l’ausilio della “flow viz“, vernice fluorescente per l’analisi dell’aerodinamica della vettura.

Buono il lavoro da parte di Renault e Racing Point che si piazzano rispettivamente al secondo e terzo posto: Ocon in 1.17.102 con 76 giri e Stroll in 1.17.338 dopo 52 giri. Max Verstappen porta la sua Red Bull al quinto posto dopo una mattinata passata principalmente a lavorare sul passo gara, segnando il maggior numero di giri (86); molto bene anche l’Alpha Tauri che con Kvyat si prende il quarto tempo.

test f1 Barcellona 2020
I tempi della mattina del day-3 – Photo Credit: F1 Official Twitter Account

Test F1 Barcellona 2020 – Il pomeriggio

Cambio piloti nel pomeriggio: in pista Hamilton, Ricciardo, Norris, Gasly, Magnussen e Albon che prendono parte ai test al posto dei compagni di squadra. Breve lavoro per la vettura della Haas che rompe probabilmente la sospensione destra e termina così la prima sessione dei test di Barcellona; problemi anche per Ricciardo: prima la Renault perde potenza e una volta tornato in pista l’australiano si rende protagonista di un testacoda.

Riprende il lavoro per Sebastian Vettel che sale a bordo della sua Ferrari cambiata di power unit; nessun tempo da qualifica provato per la Scuderia di Maranello, solo un lavoro compensativo visti i giri persi in mattinata. Lewis Hamilton piazza la sua W11 al secondo posto, alle spalle del compagno di squadra: 0.784 la differenza tra le due frecce d’argento che confermano la loro forza. Buona prestazione di Gasly che piazza la sua monoposto alle spalle di Verstappen ma davanti all’altra Red Bull, scesa in pista con Albon nel pomeriggio spagnolo. Giovinazzi conclude il terzo giorno dominando la classifica per numero di giri: 152 i passaggi compiuti dal pilota italiano e un sesto posto a 1.737 dalla vetta della classifica.

test f1 Barcellona 2020
La classifica dei tempi finali del day-3 – Photo Credit: F1 Official Twitter Account

Novità sul DAS

Durante il pomeriggio arriva anche una novità sul sistema DAS portato da Mercedes; Michael Masi, direttore di gara della FIA, ha dichiarato prioritaria la sicurezza nelle corse di Formula 1 e dopo attente valutazioni il DAS potrebbe essere legale per questa stagione. Dubbi invece sul 2021 a causa dell’articolo 10.5.2 del nuovo regolamento che vieterebbe tale sistema:

 “Il riallineamento delle ruote sterzanti, definito dalla posizione del punto di attacco interno dei relativi membri della sospensione che rimangono a distanza fissa tra di loro, deve essere definito unicamente da una funzione monotona della posizione di rotazione di un singolo volante”.

Beyond the race – Day 3

Non perdetevi il terzo appuntamento con Beyond the race per l’analisi di questo terzo giorno di test. Questa sera alle 21.30 in diretta sulla nostra pagina Facebook.

BEYOND THE RACE – TEST INVERNALI F1 2020 – Day 2

BEYOND THE RACE – TEST INVERNALI F1 2020: LEGALE O NON LEGALE? QUESTO E' IL PROBLEMA (DAY 2)🎙 Diretta dei primi test di F1 2020🏎 #Mercedes presenta una nuova tecnologia🕵 Analizziamo le specifiche tecniche delle nuove monoposto📈 Leggi risultati dei test 👉 https://bit.ly/2P8Wx2z🧐 Ecco come funziona il DAS 👉 https://bit.ly/2SJXAID

Gepostet von Motorsport Metropolitan am Donnerstag, 20. Februar 2020

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA