Sul tracciato di Yas Marina si sono svolti gli ultimi giri del 2019, un test determinante in vista della prossima stagione

Test Pirelli Abu Dhabi- Archiviata la stagione 2019 con il successo di Lewis Hamilton, i team di Formula 1 sono rimasti ad Abu Dhabi per effettuare due giorni di test con le gomme 2020. La Pirelli ha messo a disposizione le mescole per il prossimo Mondiale lasciando libere le squadre di prendere confidenza con gli pneumatici e valutarne le performance e feedback in pista.

Bisogna ricordare che, le gomme collaudate in questi giorni, non sono ancora le mescole ufficiali del 2020. Se il 70% delle squadre non dovesse essere favorevole a queste nuove gomme, si gareggerà nelle medesime condizioni del 2019.

Pierre Gasly abu dhabi Toro Rosso
Pierre Gasly in pista ai Test Pirelli – Photo Credit ToroRosso Twitter

Test Pirelli Abu Dhabi Mercedes

Nelle due giornate di attività abbiamo visto all’opera i piloti titolari del 2019 alternarsi, in certi casi, con dei giovani piloti che oramai sono delle certezze. L’esempio più noto è certamente quello di George Russell. L’inglese, dopo una prima giornata di prove con la Williams, è stato messo alla prova con la Mercedes, affidata a Bottas nella giornata di ieri.

Russell ha compiuto 145 tornate nel circuito di Yas Marina, effettuando lo stesso lavoro svolto da Bottas nel primo giorno di test. L’inglese ha segnato il miglior tempo nella seconda giornata di prove con il crono di 1.37.204 di pochi millesimi superiore alla prestazione di Bottas. La Mercedes ha lavorato molto sulle nuove gomma, ma il giro migliore è stato effettuato con i pneumatici utilizzati nel 2019.

Test Pirelli George Russell mercedes
George Russell sulla Mercedes ai Test Pirelli – Photo Credit @GeorgeRussell63 Twitter

Test Pirelli Abu Dhabi in casa Ferrari

La Ferrari chiude nel peggiore dei modi l’attività in pista con l’incidente di Charles Leclerc. Il monegasco, in pista nella giornata odierna, è finito a muro in curva 14, rompendo la sospensione sinistra e l’alettone posteriore. Dopo 103 giri ed il crono di 1.37.401, Leclerc e la Ferrari hanno completato l’attività in pista ottenendo la seconda piazza in entrambe le giornate.

Vettel, in pista durante la prima giornata ha svolto un lunghissimo lavoro con le gomme 2020, completando 136 giri. Non sono mancati alcuni ritardi per il tedesco che ha accusato un problema agli scarichi ed è stato protagonista di un contatto con Perez in curva 11.

Test Pirelli Charles Leclerc ferrari
Charles Leclec durante i test Pirelli – Photo Credit @Charles_Leclerc Twitter

Il test Pirelli degli altri

Kvyat e Gasly si sono divisi la Toro Rosso nei Test Pirelli, chiudendo rispettivamente al terzo ed al quarto posto. Il russo, in pista nella prima sessione, ha svolto 72 giri nel pomeriggio dopo aver assistito ai test di Gelael, volto già visto nella scuderia di Faenza.

Max Verstappen ed Alexander Albon completano i test Pirelli a metà classifica dopo aver percorso una distanza superiore a due GP. In casa Red Bull non è arrivata la prestazione, ma il lavoro svolto è stato chiaramente differente.

Esteban Ocon in pista con Renault
Esteban Ocon torna in F1 ai test Pirelli – Photo Credit @OconEsteban Twitter

Raikkonen e Giovinazzi hanno ultimato i test con l’Alfa Romeo, mentre torna nel box Haas il basiliano Pietro Fittipaldi. Il pilota WRT nel DTM ha svolto 135 giri nella seconda sessione di test, ottenendo una prestazione di poco inferiore al crono di Grosjean, in pista martedì con 146 giri svolti.

In Renault abbiamo visto il ritorno di Esteban Ocon. Il nuovo volto del team francese ha chiuso entrambe le giornate di test dopo alcuni problemi con il sedile nella mattinata di martedì. I test di Abu Dhabi hanno permesso a Latifi e Nissany di guidare la Williams dove si sono spartiti il volante con Russell.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA