17.6 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

Thailandia, Anchan: la donna condannata a 43 anni di carcere per lesa maestà

- Advertisement -

Anchan è una dipendente pubblica thailandese di 60 anni, ed ora su di lei grava l’accusa di lesa maestà: la donna è stata condannata a 43 anni di carcere.

La donna condannata a 43 anni di carcere

Anchan è una dipendente pubblica thailandese di 60 anni. Sei anni fa ha postato su Facebook e su YouTube delle registrazioni audio ritenute denigratorie nei confronti di Rama IX Bhumibol Adulyadej – deceduto nel 2016 – e nei confronti della Corona. L’accusa che ora pende su di lei è quella di lesa maestà, e pertanto è stata condannata inizialmente a 87 anni di detenzione; dopo aver ammesso di essere colpevole, però, gli anni sono diventati 43.

50 persone incarcerate per lesa maestà

L’attivista di Human Rights Watch, Sunai Phasuk, ha definito scioccante il verdetto, un verdetto che “invia un segnale inquietante per dire che non solo le critiche alla monarchia non saranno tollerate, ma verranno anche severamente punite”. La condanna ha fatto sì che insorgessero anche gli studenti. Questi ultimi, infatti, lo scorso anno hanno dato vita ad una protesta durata mesi contro l’articolo 112 del codice penale thailandese, quello che impedisce di criticare la monarchia, la quale gode d’incredibili privilegi. Ciò che è doveroso sottolineare è che il re Rama X Vajiralongkorn aveva dichiaratamente detto di non voler usufruire della suddetta norma; tuttavia, a partire dallo scorso novembre, il premier Prayut Chan Ocha ne ha usufruito eccome: 50 persone sono state incarcerate perché accusate di aver offeso la Corona.

Le parole che Anchan ha detto in tribunale

I post incriminati di Anchan sarebbero 26, pubblicati da quest’ultima su Facebook e su YouTube, tra il 2014 e il 2016; la donna condivise registrazioni vocali proibite, riprendendole dal sito di un personaggio che risponde al nome di Banpodj, il quale si è più volte espresso in maniera negativa nei confronti della monarchia. Gli anni che dovrà scontare Anchan sono 43, perché in Thailandia ogni episodio di lesa maestà è punito dai 3 ai 15 anni di carcere. La donna ha dichiarato in tribunale: Ho pensato che fosse una cosa da niente. C’erano tante persone che avevano condiviso quel contenuto e lo avevano ascoltato. L’autore lo ha fatto per così tanti anni… Quindi non ci ho davvero pensato e non ero abbastanza attenta da rendermi conto che non era appropriato”.

Resta aggiornato su tutta l’Attualità di Metropolitan Magazine, e segui la pagina Facebook.

Francesca Simone

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -