The Current War e Vita segreta di Maria Capasso | Al cinema in settimana

Sta per iniziare una nuova settimana di arrivi nelle nostre sale cinematografiche. Tra i titoli più attesi ricordiamo “The Current War”, film sullo scontro Edison/Westinghouse, e “Vita segreta di Maria Capasso”, il nuovo lavoro di uno dei registi più talentosi del cinema italiano: Salvatore Piscicelli.

The Current War: Edison sbarca al cinema

Il 18 luglio arriva finalmente nelle sale cinematografiche italiane “The Current War”. Il film, prodotto da Martin Scorsese, racconta dello scontro spietato tra due grandi inventori, Thomas Alva Edison e George Westinghouse, che volevano far prevalere ognuno il proprio sistema elettrico nella nuova era industriale della fine del diciannovesimo secolo. Una vera e propria guerra della corrente, senza esclusione di colpi.

The Current War

“Quanto in là ti spingeresti per essere ricordato o per vincere era una domanda che mi ero domandato prima di leggere lo script e volevo esplorarne quella parte, ha detto il regista del film Alfonso Gomez-Rejon. Ed, infatti, questo lungometraggio, per il regista, è la storia di giovani uomini che respingono il passato e vogliono cambiare il mondo, lasciando una traccia di sé. Ci riusciranno? Lo scopriremo tra qualche giorno nelle nostre sale cinematografiche dove questo film arriverà dopo un lungo travagliato percorso. “The Current War” doveva, infatti, uscire nel 2017 distribuito da Weinstein Company, ma a causa dello scandalo Weinstein, è stato successivamente acquistato dalla 101 Studios ed ora finalmente uscirà nella sale italiane.

The Current War, una clip del film

Vita segreta di Maria Capasso: il nuovo lavoro di Salvatore Piscicelli

16 anni dopo il suo ultimo film “Alla fine della notte”, Salvatore Piscicelli ritorna al cinema con il nuovo lavoro “Vita segreta di Maria Capasso”, che uscirà il 18 luglio nelle sale cinematografiche italiane. Ambientato a Napoli e tratto dall’omonimo romanzo di Salvatore Piscicelli, il film è la storia di una donna che da estetista part-time, a causa dell’amante, finisce in un vortice criminale senza fine cercando una sua rivincita personale, dopo la morte del marito.

Vita segreta di Maria Capasso

Salvatore Piscicelli, ha rivelato, in una recente intervista al Manifesto, di essersi ispirato ai film noir di Fritz Lang, di cui ama l’asciuttezza narrativa e la tecnica dell’elissi narrativa.

“Dal noir deriva anche la figura tipica della dark lady che qui si fonde, nel personaggio di Maria Capasso, con uno degli archetipi fondanti dell’antropologia napoletana, e meridionale, quello della figura materna come centro regolatore dell’ordine naturale ed economico della famiglia. Dunque un film con una storia fortemente radicata nel contesto della città ma anche un film fortemente caratterizzato in termini di genere”, ha spiegato Piscicelli parlando del suo film per cui ha scelto come protagonista Luisa Ranieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA