Cultura

“The French Dispatch”|Novità sul nuovo film di Wes Anderson

Cecile De France in un’intervista trapela bizzarre informazioni su “The French Dispatch” il nuovo film del regista texano.

La Nutella di recente ha ideato una maniera antropologicamente e socialmente interessante per aumentare il fatturato Ferrero. Numerose bocce da settecentocinquanta grammi sono state variopinte e contraddistinte ognuna da uno stile diverso. Solo due contenitori hanno lo stesso tema e attraverso il sito ufficiale della gustosa crema è possibile reperire il proprietario dello stesso vasetto dimodoché è auspicabule un’intensa rete di incontri disparati e inusuali. La pubblicità dell’iniziativa, difatto, preme sul fattore della diversità e due individui completamente abissali tra loro per abbigliamento e fattezze vengono accostati sorridenti con lo stesso colorato barattolo, in questo caso non col ruolo di gustosa merenda ma di collante sociale. Il messaggio è infinatemente giusto e l’idea seppur appannaggio di fini commerciali è di certo interessante perchè è certamente falso che le differenze non implichino connubio, anzi, lo accentuano attraverso l’ampliamento delle peculiarità individuali. Cecile De France, nota attrice belga, inteprete tra gli altri de “Il giro del mondo in 80 giorni” (duemilaquattro) di Frank Coraci e di “The young Pope” (2016) di Paolo Sorrentino, ha rivelato in un’intervista a France 24 importanti dettagli su “The French Dispatch” il nuovo film di Wes Anderson.

Wes Anderson foto dal web. The French Dispatch
Wes Anderson foto dal web

La pellicola sarà un melange tra immagini in bianco e nero e animazione, due elementi visivi diametralmente antitetici, l’uno a denotare un ritorno al passato dipinto di malinconia e espressione pure dell’arte cinematografica, l’altro che si appresta all’avanguardia attraverso la digitalizzazione del personaggio con cromature all’estremo della saturazione a denotare fantasia e immaginazione. Due contrari che seppur apparentemente inconciliabili, addirittura figli di due epoche, vengono accostati a favore di un’opera d’arte che come la deliziosa crema si affida alle differenze per farne punti di forza assoluti e perfettamente incastrati. “The French Dispatch” è la storia di un giornalista americano che negli anni venti decide di avviare una testata in Francia. Il film si concentrerà anche sul lavoro dei corrispondenti americani in Francia nel corso dei decenni. Da parte del regista è una dichiarazione d’amore al giornalismo e a Parigi la città che più lo affascina.

Benicio Del Toro e Francis McDormand entrambi interpreti di "The French Dispatch" foto dal web. The French Dispatch
Benicio Del Toro e Francis McDormand entrambi interpreti di “The French Dispatch” foto dal web

Il cast è enorme e anche qui si avvale di una relazione interessante che vede da una parte il meglio che il cinema americano possa offrire e dall’altra la migliore rappresentanza istrionica francese. Da Francis McDormand a Cecile De France, da Bill Murray a Mathieu Amalric, da Benicio Del Toro a Guillaume Gallienne, da Kate Winslet a Vincent Magagne, e ancora Cristoph Waltz, Lèa Seydoux, Elisabeth Moss, Adrien Brody. Insomma grande e trepidante attesa per “The French Dispatch” che sulla carta si presenta caotico, variegato e soprattutto diverso.

Pulsante per tornare all'inizio