MetroNerd

The Handmaid’s Tale 5: la featurette racconta le faide dello show

La featurette del quarto episodio della quinta e nuovissima stagione di The Handmaid’s Tale approfondisce e analizza il rapporto tra June e Serena Joy e tra zia Lydia e il comandante Lawrence.

The Handmaid’s Tale 5: Serena Joy e June

Serena, dopo essere stata rilasciata, è diventata la nuova ambasciatrice di Gilead a Toronto: June inizia a non sentirsi più al sicuro in Canada. Serena Joy è riuscita ad assicurarsi una grande influenza e un grande numero di seguaci anche a Toronto. June, quindi, è spaventata dal rinato senso del potere nella donna e in ciò che potrebbe fare. 

Nella featurette, il produttore esecutivo Bruce Miller ha spiegato che per la serie è stato importante analizzare i traumi femminili anche con l’aiuto di esperte sul tema. Il trauma è presente anche nel personaggio di Luke che, al contrario di June, non è mai andato a fondo nella sua analisi e nel tentativo di superarlo. L’analisi del trauma sarà fondamentale per entrambi i personaggi e per lo sviluppo della loro relazione.

Zia Lydia e Lawrence

A Gilead, invece, zia Lydia e il capitano Lawrence discutono su una possibile riforma del sistema delle ancelle. Nella featurette di The Handmaid’s Tale gli attori analizzano i loro personaggi e l’astio che hanno l’uno nei confronti dell’altra. Il producer Bruce Miller ha aggiunto che Lydia sta iniziando a realizzare il potere e le capacità che ha. La sua scoperta sarà uno strumento utile in futuro per la donna. 

Lo scontro finale?

Infine, si analizzano anche le tensioni tra June e Serena Joy nel momento in cui si confrontano faccia a faccia. June non fa ciò che lo spettatore si aspetterebbe e non agisce in maniera impulsiva. La scena dimostra che anche Serena può vivere nella paura così come June. Tuttavia, June non rimane al sicuro nemmeno in Canada, in un confronto che è solo l’inizio.

Seguici su Google News

Carola Crippa

Back to top button