19.9 C
Roma
Maggio 16, 2021, domenica

The Red Mother – Visioni Cremisi: Recensione Vol. 1

- Advertisement -

The Red Mother – Visioni Cremisi è un’opera creata da Jeremy Haun (curatore anche dei testi) e illustrata da Danny Luckert, edita in Italia da Magic Press. Il primo volume sarà disponibile dal 22 Aprile 2021.

Dopo aver perso il suo fidanzato Luke e addirittura un occhio (sostituito da una protesi oculare), in una brutale aggressione, Daisy McDonough prova tuttavia a ricominciare e andare avanti con la sua vita. Purtroppo la protesi le provocherà terrificanti allucinazioni che sembreranno avere il controllo su di lei. Sarà allora che Daisy deciderà di indagare sui fatti che le hanno sconvolto e stanno sconvolgendo la vita.

The Red Mother #1 – Un commento personale

Un Horror attuale, dalle tinte tuttavia lovecraftiane, ben amalgamate grazie all’interessante stratagemma narrativo del contrasto generato tra i momenti di perdita di lucidità e il rapporto con il terapeuta che, da buon psicologo, sembra almeno momentaneamente riuscire a ricondurci alla realtà. Almeno momentaneamente…

Come il titolo ben indica il rosso (cremisi) è all’interno dell’opera non solo un riferimento cromatico, ma un filo guida, un elemento catalizzatore del macabro ma anche un elemento capace di escludere la realtà dalla componente fantastica, o meglio, spettrale. Il rosso è il colore dell’inferno, il rosso ci ricorda che, qualora ci fossero dubbi, la Madre Rossa non è solo un sintomo da stress post traumatico.

Elemento negativo è forse la velocità con la quale scorre la storia, forse troppo accelerata, il che genera reazioni forse troppo forzate. Tuttavia… cosa realmente è frutto di una decisone della protagonista e cosa è causato dalla Madre Rossa? I colpi di scena sono assicurati.

Dario Bettati

Seguiteci tramite la pagina Facebook e il nostro canale Instagram!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -