15.7 C
Roma
Marzo 4, 2021, giovedì

Tic Toc: il gioco che… non c’é

- Advertisement -

“Non smettere mai di sognare, solo chi sogna può volare” è una delle frasi più famose dell’immaginario collettivo. Ovviamente il personaggio che la pronuncia è uno de più iconici, colui che pur restando bambino ne ha fatti crescere a milioni: parliamo di Peter Pan e Tic Toc è il gioco ispirato alle sue fantastiche storie, con una particolare attenzione ad uno dei protagonisti, ossia il Coccodrillo.

Tic Toc è un gioco ideato da Giampaolo Razzino e illustrato da Marco Salogni edito da Little Rocket Games, una casa editrice indipendente Italiana, giocabile dalle 2 alle 4 persone e adatto ad un pubblico dai 6 anni in su. Un partita in media dura circa 10 minuti.

Contenuto della scatola:

blank
Tic Toc: contenuto della scatola – Foto di Dario Bettati
  • 64 carte
  • regolamento (bilingue)

Tic Toc – Come si gioca?

I giocatori devono riuscire a comporre per primi una squadra formata dal leader (Peter Pan o Capitan Uncino) più sei membri (bambini sperduti per Peter e pirati per Uncino).

Dopo aver mescolato il mezzo ogni giocatore pesca tre carte tenendole coperte, poi 4 carte vanno posizionate scoperte sul tavolo componendo il “mercato” (che deve mantenersi sempre di 4, quindi se si”compra” dal mercato la carta va sostituita pescandola dal mazzo). Chi è di turno (inizia il giocatore che per ultimo ha visitato l’Isola che non c’è) pesca due carte dal mazzo e potrà giocare quante carte vuole purché non rimanga con più di tre in mano. Ciò vuol dire che può rimanere che con una sola ma non con quattro. I membri della “ciurma” o della “banda” andranno posizionate a terra scoperte di fronte ad ogni giocatore, mentre le carte speciali e scartate finiranno nella pila degli scarti.

blank
Tic Toc: setting e tipologia di carte – Foto di Dario Bettati

La dinamica è determinata dall’utilizzo delle carte “speciali”:

  • Campanellino: giocandola si recupera una carta qualsiasi dagli scarti.
  • Tesoro: giocandola si può acquistare una carta dal mercato.
  • Coccodrillo: giocandola potrete far “fuggire via” Uncino se in gioco (quindi costringere l’avversaro a scartarlo) o tutta la sua ciurma.
  • Spugna: giocandola costringerete alla fuga Peter Pan se in gioco o tutti i suoi compagni.

Vince la partita chi riesce per primo a intavolare la propria squadra (leader + 6 membri) oppure, chi si ritrova in mano 3 carte coccodrillo, il/la quale dovrà gridare a gran voce “Tic Toc” per essere decretato vincitore.

Commento e valutazione

Un gioco che colpisce dritto al cuore e fa rivivere emozioni soprattutto ad un pubblico più adulto cresciuto col Peter Pan della Disney e col Capitan Uncino interpretato da Dustin Hoffman (e nonché il Peter Pan interpretato da Robin Williams). Un gioco che sembra semplice ma in realtà permetterà ai giocatori di divertirsi attraverso l’applicazione di raffinate strategie o di adirarsi irrimediabilmente quando subirà quelle altrui. Un mix tra un fantasioso “Machiavelli” e il destabilizzante “Uno”.

  • Punto di forza: il formato e la meccanica permettono di portarlo sempre con sé e giocarci ovunque.
  • Punto debole: il manuale di istruzioni potrebbe essere più chiaro, ad esempio non spiega che le carte vanno giocate scoperte davanti al giocatore.

Voti: 

  • Idea: 6,5
  • Giocabilità: 7
  • Grafica: 7,5
  • Voto speciale “Feels”: 9

Dario Bettati

!Seguiteci tramite la pagina Facebook e il nostro canale Instagram!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -