Gossip e Tv

Tiziana Giardoni, chi è l’ultima moglie di Stefano D’Orazio: “Mi sento ancora in colpa”

Tiziana Giardoni è la moglie di Stefano D’Orazio, ex batterista dei Pooh, e il grande amore della sua vita. L’artista ha avuto una vita sentimentale piuttosto travagliata che si è conclusa con le nozze, romanticissime, con la sua Tiziana nel 2017. Classe 1948, il cantante ha avuto una lunga storia d’amore con Lena Biolcati, sua collega, in seguito è stata legato a Emanuela Folliero, annunciatrice di Rete Quattro.

Tiziana Giardoni e Stefano D’Orazio: la storia

La favola d’amore tra Tiziana Giardoni e Stefano D’Orazio ha fatto innamorare anche i fan dell’ex volto storico dei Pooh. Lui, che nella vita privata ha avuto storie importanti mai sfociate nelle nozze (una con la collega Lena Biolcati, l’altra con Emanuela Folliero), l’ha lasciata senza parole con una romantica proposta di matrimonio.

Nessuno avrebbe immaginato che D’Orazio avrebbe preso appuntamento con l’altare, a partire dai suoi amici. La romantica proposta è arrivata dal palco di un concerto dei Pooh all’Arena di Verona, che lei seguiva in tv da casa.

Le nozze si sono celebrate il 12 settembre 2017 (giorno del 69esimo compleanno del musicista), dopo 10 anni di felice convivenza. Il loro sentimento li ha tenuti uniti fino all’ultimo, fino alla morte di D’Orazio che, colpito da una malattia un anno prima, nel novembre 2020 è stato ricoverato per un peggioramento delle sue condizioni (dopo aver contratto il Coronaviru

“Ho pregato i dottori di poter andare insieme a lui in ospedale perché io stessa ero positiva, ma non c’è stato modo di convincerli. Da quel momento in poi non l’ho più sentito e visto, neanche nella cassa da morto. Non meritava di morire in questo modo, è stata inaccettabile una situazione del genere”. Le parole, dure e commosse, sono di Tiziana Giardoni, moglie di Stefano D’Orazio, il batterista dei Pooh scomparso lo scorso anno a causa del Covid.

“Mio papà, nell’ottobre 2020, aveva sconfitto il cancro dopo sei anni e voleva festeggiare a cena con le sue figlie. Io ero un po’ restia ad andare per la pandemia ma Stefano mi convinse. Mai avrei pensato potesse succedere qualcosa, invece dopo un paio di giorni mia sorella iniziò ad accusare alcuni sintomi. Allora io e Stefano decidemmo di fare subito un tampone che risultò positivo”, il suo racconto. Che ha un epilogo doloroso: “Inizialmente non aveva nessun sintomo. Poi una notte gli è salita la febbre e ho chiamato l’ambulanza per evitare complicazioni, vista la sua condizione di salute non ottimale… Mio papà se n’è andato venti giorni dopo Stefano. Aveva 74 anni e stava bene. Ho perso gli uomini più importanti della mia vita”.

“Quel giorno ho smesso di vivere perché mi sono sentita in colpa. Non ci credevo, è stato tutto così terribile”, sono le parole piene di rimorso della Giardoni. Il calvario di D’Orazio è durato pochi giorni: “Inizialmente non aveva nessun sintomo. Poi una notte gli è salita la febbre e ho chiamato l’ambulanza per evitare complicazioni, vista la sua condizione di salute non ottimale. Ho pregato i dottori di poter andare insieme a lui in ospedale perché io stessa ero positiva, ma non c’è stato modo di convincerli. Da quel momento in poi non l’ho più sentito e visto, neanche nella cassa da morto. Non meritava di morire in questo modo, è stata inaccettabile una situazione del genere”.

Nel 2017 il musicista ha deciso di sposare con rito civile Tiziana Giardoni che è stata la sua compagna oltre dieci anni. Un amore solido e un matrimonio romantico che Stefano ha voluto raccontare in un libro intitolato: Non mi sposerò mai – Come organizzare il matrimonio perfetto senza avere alcuna voglia di sposarsi. La cerimonia si è tenuta alla presenza di 400 invitati fra cui non potevano mancare gli amici e colleghi di D’Orazio. La proposta di nozze è stata inoltre originale e romanticissima: il cantante dei Pooh infatti si è inginocchiato di fronte alla compagna e le ha chiesto la mano durante un concerto a Verona per i Wind Music Awards: “Non sapevo nulla. Insistevo per sposarmi, ma da lui non me lo sarei mai aspettato”, ha raccontato tempo dopo Tiziana, ospite di Vieni da Me di Caterina Balivo. Nel lungo racconto reso ai microfoni di Rai1, ha anche parlato del primo romanzo postumo che ha pubblicato a marzo 2021, ad alcuni mesi dalla scomparsa del musicista romano. Tsunami è il racconto di un uomo che ha deciso di abbandonare la sua comfort zone per intraprendere un viaggio dall’altra parte del mondo, alla ricerca di se stesso.

Back to top button