Moda

Tom Ford: l’enfant prodige dalle fragranze iconiche

Papillon, abito nero e camicia bianca: Tom Ford, genio e sregolatezza dotato di una personalità poliedrica ed avant garde: regista, stilista, maestro profumiere, trend setter, direttore creativo.

Tutte queste caratteristiche in un unico personaggio che ha l’innovazione e la ricercatezza nel DNA. Dal 2006 si destreggia sapientemente tra i nasi profumieri più eclettici creando fragranze solide, cipriate, ambrate ed orientali.

Quello stesso anno nacque il must have del maestro profumiere, una fragranza iconica, lussuosa, pura e sofisticata che cavalca l’onda del successo restando integra nella sua piramide olfattiva: Black Orchid.

Scopriamo insieme la storia di questo profumo amatissimo.

Black Orchid per un allure intramontabile

Black Orchid di Tom Ford, come richiama il nome, rimanda all’orchidea nera. Un fiore perfetto, raro, difficilmente accessibile ed introvabile. L’orchidea nera è stata ricercata per anni da alcuni specialisti del team, finché uno degli esperti californiani, riuscì ad ottenere un ibrido, riconosciuto attualmente come l’unico esempio al mondo di orchidea nera esistente.

Questa fragranza rappresenta la forza del sogno, di un desiderio, che riesce a realizzarsi e che esplode attraverso l’orchidea che in mitologia rimanda all’autorità, al coraggio.

La piramide olfattiva include nell’apertura il gelsomino francese, il tartufo nero, il ylang-ylang – anche detto il “fiore dei fiori”-, il ribes nero e gli agrumi. Andando più in profondità, iniziano a percepirsi dei sentori di patchouli, sandalo, cioccolato fondente, vetiver, incenso, ambra, vaniglia ed infine, l’essenza assoluta di rum e prugna nera. Le note fruttate e la tuberosa salgono piano all’interno dei nostri sensi, sono le note di cuore, quelle più calde, più avvolgenti.

Dopo essere rapiti dalla fragranza cipriata ed orientale e dopo aver stimolato il senso dell’olfatto, anche l’occhio vuole la sua parte e Tom Ford lo sa bene.

Per questo ha voluto trasmettere iconicità e stile liberty anche nel design della bottiglia.

Il flacone, creato appositamente da Lalique, realizzato in cristallo nero con una struttura ad imbuto, richiama l’estetica dell’Art Deco, attraverso le scanalature, lo sfarzo e il font utilizzato. Un flacone che è più di una semplice bottiglia, è un vero e proprio gioiello.

La fragranza riprende l’associazione dello stile antico, rielaborata in un senso nuovo, innovativo che richiama una foresta, una giungla urbana, la grana della pelle, l’eleganza del passato, gli abiti da sera, la famiglia, la tranquillità.

Richiama l’infanzia, l’odore di casa, la storia di ognuno di noi. Tutte le note olfattive riescono ad attecchire ciascuna ad un senso diverso, ad un nostro ricordo e questo è dovuto alla bravura e alla poliedricità del maestro della moda texano. 

Black Orchid è frutto non solo della genialità creativa di Tom Ford, ma anche della collaborazione essenziale con il gruppo Estée Lauder che, nel tempo, è passata ad avere anche la versione in Eau de Toilette, più leggera ma allo stesso tempo seduttiva rispetto all’Eau de Parfum.

Adatto a tutti, uomini e donne – è un profumo unisex –  ma soprattutto a quelli che mostrano coraggio, voglia di realizzare i propri desideri, che portano dentro di sé i valori ed i principi del passato.

Back to top button