Tony Ward, la pazzesca vincita del folle scommettitore inglese!

È risaputo. Puntualmente, ogni Domenica sera, il 90% degli appassionati di calcio nel mondo si lascia andare ad una facile ed ormai scontata blasfemia, rivolta vero tutti i numi celesti, per aver buttato via i soliti 2 euro alla schedina. Non è questo però il caso di Tony Ward, tifoso inglese del Manchester United, che lo scorso Ottobre ha deciso di puntare, non 2 euro, ma addirittura 55 mila sterline (circa 61 mila euro) sulla vittoria della Premier League del Liverpool.

Tony ward e la sua scommessa (fonte: givemesport.com)

Tony Ward e la sua folle scommessa

Tony Ward, residente a Bradford, nel West Yorkshire, ha da poco sbancato il botteghino. grazie ad una scommessa pazzesca. Come raccontato dal Sun, il noto tabloid britannico, l’uomo, dopo aver perso la madre Rose nel 2017, aveva ereditato una cospicua somma di denaro. Ma quelle 55 mila sterline, i risparmi di una vita, non sono durati troppo a lungo nel suo conto bancario. Ad Ottobre Tony aveva infatti scelto di “investirli”, col rischio di perdere tutto, sulla conquista dello scudetto da parte della squadra di Jurgen Klopp. “Ho scelto il Liverpool dopo averci pensato a lungo, ma era evidente che avrebbero vinto il campionato sin dalle prime giornate, anche se sono un tifoso sfegatato del Manchester United!”. Quella scelta, però, seppur decisamente azzardata, si è alla fine rivelata per lui incredibilmente redditizia.

Il 25 Giugno, infatti, il Liverpool è diventato ufficialmente campione d’Inghilterra, un titolo che mancava da 30 anni nella bacheca dei Reds. E così Tony, dopo aver sudato freddo per mesi, temendo che il campionato venisse sospeso per l’emergenza Covid-19, ha potuto festeggiare la sua vincita di 91 mila sterline (circa 101 mila euro). Un colpo davvero niente male, ma, si sa, audaces Fortuna iuvat, dicevano gli antichi!

Tony Ward
Tony ward e Jurgen Klopp (fonte: assopoker.com)

Alla domanda su come userà quella cifra, Tony non ha dubbi: “Farò una bella vacanza, il resto lo metterò da parte!“. Un’idea saggia, dal momento che la sorte non deve essere eccessivamente sfidata. Perché audaci sì, ma co****i anche no!

Tartaglione Marco

LEGGI TUTTI I MIEI ARTICOLI

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA