La situazione societaria del Trapani Calcio continua ad essere molto problematica. Al centro della questione il cambio di proprietà del club, datato 21 giugno 2019, quando la società siciliana passò dalle mani della Fm Service a quelle dell’Alivision. La vecchia proprietà del Trapani contesta il mancato pagamento di alcune delle rate pattuite per l’acquisto. Alivision rivendica invece come abbia dovuto far fronte ad una cospicua cifra di denaro che sarebbe stata tenuta nascosta in sede di cessione. Ora, la questione è oggetto di tribunale: i conti correnti del Trapani sono stati bloccati e l’udienza rimandata al 17 giugno.

Trapani Calcio, una situazione non facile

Come detto, attualmente, i conti correnti del Trapani sono bloccati. Per questo, come normale che sia, la società sta andando incontro a diversi problemi. Qualche giorno fa, con una lettera indirizzata al Sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, i dipendenti del club siciliano avevano denunciato come non ricevessero i propri stipendi da mesi. Per questa questione nei giorni scorsi la società siciliana è stata deferita. Il rappresentante di Alivision, Fabio Petroni, nella trasmissione TrapaniSi Live, ha fatto presente come si tratti di ritardi dovuti alla burocrazia e che la proprietà ha provveduto al saldo delle mensilità di Gennaio e Febbraio. Nei giorni scorsi si è anche tenuto il CdA che ha approvato il bilancio della società. Durante la riunione è anche emersa la volontà di Alivision di farsi affiancare da altri investitori siciliani alla guida della società.

Per la questione conti bloccati il Trapani si sta muovendo: la società ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Trapani per richiedere l’intervento dell’Autorità Inquirente. La sentenza è fissata l’11 giugno. L’attuale situazione economica della società però sarebbe molto grave.

L’indiscrezione dei conti correnti

Secondo quanto riporta trapanigranata.it, il Giornale di Sicilia avrebbe fatto notare come Banca Intesa abbia dichiarato che nelle casse del Trapani ci sarebbe un saldo di 9,30 euro, mentre in un conto corrente di un’altra filiale i siciliani avrebbero un saldo di 189,64 euro. Cifre che non basterebbero per la gestione ordinaria, anche in vista della ripresa del campionato di Serie B il 20 giugno.

Trapani Calcio
Ph. Francesco Pecoraro/Getty Images – I giocatori del Trapani.

Nel frattempo, per quanto riguarda gli aspetti relativi al campo, tiene banco la questione Biabiany (che ancora non è riuscito a tornare in Sicilia). Intanto la squadra si sta allenando per non farsi trovare impreparata e provare ad agguantare una salvezza che rimane difficile, ma non impossibile.

Seguici su Facebook!

© RIPRODUZIONE RISERVATA