Musica

Tutte le popstar a favore di Donald Trump

Donald J. Trump è candidato per la seconda volta come Presidente degli Usa - photo credits: web
Donald J. Trump è candidato per la seconda volta come Presidente degli Usa – photo credits: web

Gli Americani hanno scelto tra Trump e Biden. Le elezioni Usa 2020 sono state caraterizzate da due temi molto delicati: Il Corona-Virus, che è l’argomento principale di tutti i media mondiali a partire da Marzo dell’anno scorso, e la profonda divisione sociale nell’anima degli Stati Uniti d’America sfociata nelle manifestazioni anti razziste e nel movimento Black Lives Matter. La lotta per la Casa Bianca ha significato una grande svolta per gli Stati Uniti d’America.

Così come nell’articolo precedente sulle popstar americane che non hanno appoggiato la candidatura di Donald Trump, oggi vi parliamo invece di tutte le personalità della musica che hanno dato il loro endorsement al fautore dello slogan “Make America Great Again!“. Donald Trump è, lo abbiamo capito, una figura molto controversa. Amato e detestato in egual misura, si è presentato per il suo secondo mandato alla guida degli Stati Uniti d’America, accompagnato dal suo Vice, Mike Pence.

Gene Simmons, Kanye West e Kim Kardashian pro Trump

Gene Simmons, front man dei Kiss, band di grande successo negli anni 80′, si è dichiarato favorevole al lavoro che Trump sta portando avanti alla Casa Bianca. Nei primi mesi della sua presidenza, durante un’intervista radiofonica gli è stato chiesto cosa ne pensasse del lavoro svolto fin’ora dal presidente americano. Simmons ha risposto:

Beh, è troppo presto. Penso che abbia detto molte cose stupide? Non lo condivido ma non c’è essere umano al mondo che non abbia camminato sul pianeta facendo qualche stupidaggine in pubblico, oppure essendo anti-semita o anti-femminista, o chissà, anti-irlandese. Dirà quello che vuole, e non gliene fregherà un cazzo se noi non approviamo. Lui sta facendo il suo lavoro per un dollaro. Mi piace.

Intanto, Kanye West, ricco imprenditore e rapper americano, ha più volte detto di sostenere Donald Trump. Anche se ultimamente ha espresso la sua volontà di candidarsi proprio nel 2020 alla Presidenza degli Stati Uniti d’America, non mancano di certo le sue dichiarazioni a favore del Presidente. Tanto che, durante la prima campagna elettorale del tycoon impegnato ad affrontare l’ex first lady Hillary Clinton, aveva postato su i suoi account social una foto con il cappellino rosso che recitava proprio “Make America Great Again“.

Kanye West e Kim Kardashian - photocredits: web
Kanye West e Kim Kardashian – photocredits: web

Kaya Jones in politica a sostegno del tycoon

Kanye West fece visita a Trump poco dopo la sua elezione, mentre si era temporaneamente ritirato dalle scene. “Non dovete andare d’accordo con Trump ma la massa non può impedirmi di volergli bene. Siamo entrambi energia di drago. È mio fratello. Voglio bene a tutti. Non sono d’accordo con tutto ciò che la gente fa. È questo che ci rende individui. E abbiamo il diritto di avere un pensiero indipendente.” Nei mesi successivi sua moglie Kim Kardashian ha voluto incontrare Trump per convincerlo a dare la grazia a una donna a cui era stato dato l’ergastolo per un reato non violento come lo spaccio di marijuana.

Anche una donna come Kaya Jones, ex membro delle Pussycat Dolls fa parte di quella schiera che è a favore di Donald Trump. Fa anche parte del comitato consultivo della campagna Trump ed è membro del movimento Women for Trump. L’ascesa in politica di Kaya Jones è stata nel 2017 dopo le accuse di abusi (mai confermati) a Robin Antin, ovvero la coreografa delle Pussycat Dolls, a cui segue l’ingresso nella National Diversity Coalition for Trump. All’epoca probabilmente ha inizio anche la campagna su Twitter, social molto apprezzato da Trump, e la trasformazione del proprio profilo in un pesce pilota che da quel momento accompagna tutti i giorni l’account Twitter del presidente americano, diffondendone proclami, battaglie politiche e slogan.

Articolo a cura di Gianrenzo Orbassano

Seguici anche su:

Facebook
Metropolitan Music
Twitter
Instagram
Spotify

Back to top button