#tuesdaynight: Il punto sulla trentottesima giornata di Premier League

Come si sono comportate le squadre nell’ultimo turno?

Nell’ultimo weekend della stagione di Premier League ci si giocava il titolo tra Manchester City e Liverpool, con esiti scontati alla vigilia, ma la giornata ha anche regalato sorprese.

Premier League: pioggia di gol a metà classifica

Il ringraziamento dell'attaccante ex-Chelsea Batshuayi a Wan Bissaka, il migliore del Palace di quest'anno, per il gran cross che ha portato al secondo gol
Il ringraziamento dell’attaccante ex-Chelsea Batshuayi a Wan Bissaka, il migliore del Palace di quest’anno, per il gran cross che ha portato al secondo gol
(Credits to: football.london)

Il match tra due squadre senza più nulla da dire, come Crystal Palace e Bournemouth ha regalato reti e spettacolo: le Eagles, avanti di 3 gol (Doppietta per Batshuayi) dopo 40 minuti di dominio, si fanno recuperare a cavallo dell’intervallo con gli ospiti che si portano sul 3 a 2, ma la rete al 65′ calma di nuovo le acque. Le Cherries provano a rifarsi sotto nemmeno 600 secondi più tardi, ma la rete nel finale spegne le speranze dei ragazzi di Howe, senza però cancellare ciò che di buono hanno fatto vedere nel corso di tutta la stagione.

La grande felicità di Noble dopo la prima marcatura
La grande felicità di Noble dopo la prima marcatura
(Credits to: tinsoikeo.com)

Vittorie convincenti anche per due squadre che hanno concluso l’annata in crescendo: Newcastle e West Ham. I Magpies, grazie a delle ripartenze fulminee, hanno la meglio addirittura per 4 a 0 sul Fulham, già retrocesso in Championship, mentre gli Hammers, guidati da una grande prestazione di capitan Noble, autore di 2 reti, sfruttano la superiorità numerica avuta per quasi tutta la ripresa e spengono il tentativo di rimonta del Watford dopo il 2 a 1 del primo tempo: altri 2 gol e 4 a 1 netto che permette loro di superare i diretti avversari e di chiudere la stagione nella parte sinistra del tabellone.

Premier League: lotte europee

Già determinate nello scorso turno le squadre che sarebbero andate in Champions League e quelle che si sarebbero dovute accontentare dell’Europa League (Per d’are un’occhiata a ciò che è successo nella trentasettesima giornata, clicca qui), restava da decidere quali compagini avrebbero dovuto affrontare i preliminari e i alcuni risultati sono stati sorprendenti.

Il gioiello del Tottenham Christian Eriksen in azione contro i Toffees
Il gioiello del Tottenham Christian Eriksen in azione contro i Toffees
(Credits to: colombia.as.com)

Nella lotta Champions, pareggiano sia il Tottenham che il Chelsea, con gli Spurs che, in vantaggio sull’Everton dopo solo 3 minuti, gestiscono la gara, ma si rilassano e si fanno rimontare e superare tra il 69′ e il 72′, salvo ritrovare il pareggio grazie ad una gran punizione di Eriksen poco più tardi, e con i Blues, probabilmente con la testa già alla finale di Europa League che dovranno affrontare contro l’Arsenal, che invece non vanno oltre uno scialbo 0 a 0 sul campo di un buon Leicester.

Il tiro del secondo gol di Aubameyang: con questa rete l'attaccante dei Gunners si è guadagnato il Golden Boot
Il tiro del secondo gol di Aubameyang: con questa rete l’attaccante dei Gunners si è guadagnato il Golden Boot
(Credits to: premierleague.com)

Nello scontro a distanza per l’Europa League, brutta sconfitta del Manchester United in casa contro il Cardiff (2 a 0 con doppietta di Mendez-Laing), nonostante l’oltre 70% di possesso palla e il doppio delle conclusioni verso la porta rispetto all’avversario. La debacle dei Red Devils ha permesso così all’Arsenal di giocare tranquillamente a Burnley, cercando di servire il più possibile Aubameyang per permettergli la rincorsa a Salah nel titolo di miglior marcatore della Premier League. Detto-fatto, il gabonese ha siglato una doppietta nel 3 a 1 finale e ha raggiunto la vetta in questa classifica individuale, anche se condivisa con l’egiziano e con Mané.

Premier League: Manchester City campione

Tutta la gioia di Kompany e compagni durante i festeggiamenti per il secondo campionato consecutivo
Tutta la gioia di Kompany e compagni durante i festeggiamenti per il secondo campionato consecutivo
(Credits to: stadiosport.it)

Il verdetto senza dubbio più atteso era quello su chi si sarebbe laureato campione, anche se i giochi sembravano apparentemente fatti, visto il punto di vantaggio del Manchester City sul Liverpool e l’impegno semplice che avevano da affrontare i Citizens. Nonostante ciò, la partita difensiva del Brighton ha creato non pochi grattacapi alla squadra di Guardiola, che al 27′ è addirittura andata in svantaggio, mentre i Reds, nel frattempo erano già 1 a 0 contro il Wolverhampton. La reazione dei campioni in carica non è tardata ad arrivare e in poco più di 10 minuti hanno ribaltato la situazione, dilagando nella ripresa e chiudendo la partita per 4 a 1 e il campionato da primi in classifica a 98 punti.

Ad Anfield, nonostante la delusione per le notizie giunte, i ragazzi di Klopp hanno vinto con doppietta di Mané e tutti i tifosi sono rimasti dopo il 90′ a cantare e a sostenere la squadra (Per il video, clicca qui), protagonista di una stagione fantastica e che ancora deve giocarsi la finale di Champions League, fissata per il primo Giugno, contro il Tottenham.