#tuesdaynight: Il punto sulla trentunesima giornata di Premier League

Come si sono comportate le squadre nell’ultimo turno?

La sfrenata esultanza di Ritchie dopo il gol dell’ex che ha regalato il pareggio in extremis ai suoi
(Credits to: goal.com)

Il fine settimana di Premier League ha visto disputarsi soltanto 5 match, vista la concomitanza con i quarti di finale di FA Cup che ha costretto al rinvio delle altre 5 gare. La prima partita è stato l’emozionantissimo 2 a 2 tra Bournemouth e Newcastle: gli ospiti, andati in vantaggio all’ultimo secondo del primo tempo, si fanno rimontare e superare nella ripresa dalla doppietta di King, ma nel finale cercano in tutti i modi il pareggio, trovandolo addirittura al 94′ grazie ad un eurogol di Ritchie.

Vittorie a metà classifica

Tutta la gioia del “Chicharito” Hernandez dopo la rete del 4 a 3
(Credits to: thenational.ae)

Nel pomeriggio del sabato, 3 punti guadagnati per West Ham e Leicester, rispettivamente noni e decimi in classifica: gli Hammers hanno ribaltato, nell’ultimo quarto d’ora di gioco (Due reti per Hernandez, una all’84’ e una al 91′), il pesante passivo di 3 a 1 a favore dell’Huddersfield, ultimo in classifica, andando addirittura a guadagnare il successo finale, mentre le Foxes, nonostante l’inferiorità numerica per quasi tutti i 90 minuti di gioco, hanno prevalso 2 a 1 su un Burnley poco preciso in zona gol.

Top e Flop

Il brutto linguaggio del corpo dei giocatori del Chelsea: in estate sarà rivoluzione?
(Credits to: weaintgotnohistory.sbnation.com)

Domenica era impegnato il Liverpool, chiamato a riprendersi momentaneamente la vetta della classifica in casa di un Fulham che ormai sembra condannato alla retrocessione, e, anche se con qualche difficoltà di troppo, i Reds hanno portato a casa la fondamentale vittoria: 2 a 1 poco convincente, ma che farà sentire il fiato sul collo al Manchester City. Di tutt’altro esito la gara del Chelsea, che cade sul campo dell’Everton nonostante un gran primo tempo nel quale però Hazard e soci non trovano la via del gol. Nella ripresa i Toffees rientrano molto più convinti e segnano 2 reti che fanno traballare la panchina di Sarri, anche se il problema dei Blues sembrerebbe più la condizione mentale dei giocatori rispetto alla guida tattica.