Ascoli, in attacco piace Tupta dell’Hellas Verona

Dopo la pesante sconfitta subita in Coppa Italia per mano del Perugia (1-4), l’Ascoli cerca nuovi rinforzi da mettere a disposizione del tecnico Bertotto entro la fine della sessione corrente di calciomercato. Sono ormai pochi i giorni a disposizione del club bianconero per poter completare la rosa. In particolare nel mirino dei Piceni sembrano essere finiti due nuovi profili: si tratta del centrocampista Andrea Danzi e dell’attaccante slovacco Lubomir Tupta, entrambi in forze all’Hellas Verona.

Tupta
Getty Images – Lubomir Tupta.

Asse Ascoli-Verona: piacciono Tupta e Danzi

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, l’Ascoli sarebbe molto interessato ai due giocatori del club gialloblù. La dirigenza del club marchigiano starebbe studiando le mosse adeguate per assicurarsi le prestazioni dei due calciatori, entrambi giovani e interessanti prospettive.

Andrea Danzi, classe ’99, è un centrocampista duttile. Infatti, pur prediligendo il ruolo di mediano, può anche essere impiegato come centrocampista di sinistra oppure centrale. Giocatore rapido e resistente, dotato di ottimo dribbling e senso della posizione, Danzi veste la maglia degli Scaligeri da ormai quattro anni. Nell’ultima stagione il centrocampista (momentaneamente fermo ai box per un infortunio al bicipite femorale della coscia destra, subito nella gara contro la Roma) ha avuto decisamente poco spazio. Un eventuale approdo all’Ascoli potrebbe costituire per lui un’ottima occasione di rilancio e consentirebbe ai marchigiani di dotarsi di un ottimo jolly per il reparto mediano.

Lubomir Tupta, attaccante slovacco classe ’98, si è messo in mostra proprio nella gara contro i giallorossi. Il giocatore 22enne ha vestito la maglia del club veneto per cinque stagioni (fatta salva l’esperienza in prestito allo Wisla Cracovia nella prima parte della stagione corrente). Giocatore molto rapido, Tupta ha collezionato in carriera 24 presenze in totale (compresi play-off e Coppa Italia), mettendo però a segno soltanto 2 reti. Un’eventuale esperienza con l’Ascoli potrebbe consentirgli di trovare maggiore continuità.

Partenza in salita: al Del Duca arriva il Lecce

Dopo il pareggio al Rigamonti contro il Brescia, l’Ascoli dovrà vedersela contro un’altra pretendente alla promozione diretta. Allo stadio Del Duca arriva infatti il Lecce di Eugenio Corini. Cominciare il campionato contro due club appena retrocessi e impazienti di tornare subito in paradiso non è certo semplice. Riscattare la débâcle in Coppa Italia sarà tutt’altro che una passeggiata. Al momento l’Ascoli è un cantiere aperto: una squadra ancora in costruzione, un allenatore esordiente. Servirà però una scossa: la Serie B non fa sconti a nessuno.

Seguici su:

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine

Account ufficiale Twitter Metropolitan Magazine

A cura di:

Federico Trapani

© RIPRODUZIONE RISERVATA