Esteri

Ucraina, TotalEnergies ancora con la Russia

Polemiche sulla decisione presa dal colosso petrolifero francese. TotalEnergies non taglia i rapporti con la Russia. La chiesa anglicana tuona.

TotalEnergies: major francese fa tremare gli inglesi

È iniziata una nuova polemica in risposta alle misure economiche contro la nazione di Vladimir Putin in suolo ucraino.

Dopo la decisione presa da TotalEnergies, la chiesa anglicana si arrabbia: minacciano di disinvestire dalla quota nella major francese. In precedenza sono state già prese decisioni di questo tipo, in quando hanno tagliato 20 milioni di sterline di investimenti in società russe e vietato ogni altro investimento con Mosca.

TotalEnergies ha quindi deciso di non tagliare i suoi rapporti commerciali con la Russia, a differenza delle major inglesi Bp e Shell che già si erano distanziate dai russi.

I rapporti commerciali con Putin diventano sempre più instabili. La possibilità di un’eventuale chiusura dei rapporti anglo-francesi con la Russia si fa sempre più vicina.

L’arcivescovo e massimo dignitario ecclesiastico della confessione anglicana di Canterbury Justin Welby assieme all’arcivescovo York Stephen Cottrell intervengono sulla questione, dichiarando l’azione della Russia nei confronti dell’Ucraina come “un attacco orribile e non provocato della Russia all’Ucraina“, definendolo “atto di grande malvagità“. 

Rebecca-Asia Spadon

Seguici su
Instagram : https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Back to top button