Calcio

Arslan è dell’Udinese mentre De Paul potrebbe (ancora) restare

Si delinea la nuova Udinese 2020/2021. La squadra di Luca Gotti potrà contare su un nuovo innesto: è ufficiale, infatti, l’acquisto di Tolgay Arslan, centrocampista tedesco con passaporto turco, classe 1990. Un jolly a centrocampo, bravo sia nella costruzione del gioco che nella rifinitura, come dichiarato dal responsabile dell’area tecnica Pierpaolo Marino, e di grande esperienza internazionale. In passato si è messo in luce nel campionato turco, vestendo le maglie del Besiktas e del Fenerbache. Un rinforzo importante, che darà ancora maggiore qualità al 3-5-2 di Gotti.

Tolgay Arslan (Getty Images)
Tolgay Arslan (Getty Images)

Arslan sì, De Paul forse resta

A proposito di centrocampo, a tenere banco in casa Udinese è la situazione riguardante Rodrigo De Paul. La società friulana ha abbassato le proprie prestese: con il Leeds di Marcelo Bielsa si può chiudere a circa 30 milioni, ma la trattativa sembra non decollare. In un’intervista rilasciata al Gazzettino, Pierpaolo Marino si è così espresso:

“Lo vedo motivato, carico, trascinatore. Non è assolutamente detto che alla fine non rimanga ad Udine. E’ innamorato della città e di questi colori. A meno di un’occasione irrinunciabile, potrebbe continuare ancora la sua esperienza con noi”.

Ancora una settimana per preparare l’esordio in campionato

La Lega Calcio ha accolto la richiesta dello Spezia di rinviare la prima partita di campionato, che avrebbe dovuto giocare proprio in casa dell’Udinese. Questo perché i liguri hanno giocato i playoff di Serie B fino al 20 agosto, conseguentemente il tempo per prepararsi al meglio è stato ridotto. Per vedere dunque i bianconeri in campo per la prima volta in campionato bisognerà attendere il 27 settembre, quando i friulani faranno visita all’Hellas Verona di Ivan Juric che ieri ha fermato sullo 0-0 la Roma di Paulo Fonseca.

Back to top button