Il talento Cengiz Under potrebbe rappresentare la soluzione per i problemi giallorossi in vista della prossima stagione. L’ala turca non sta trovando molto spazio quest’anno e con il misero bottino di 17 presenze (spesso da subentrato) e 3 gol, potrebbe partire. Le casse in rosso del club capitolino impongono, ancora una volta, un unico obiettivo: le plusvalenze. Il calciatore continua a piacere a molte big del calcio internazionale: ipotesi scambio per lui?

Under: il potenziale inespresso

Cengiz Under e la Roma: un rapporto iniziato a gonfie vele, ma mai sbocciato pienamente. Il classe 97′ è stato acquistato dall’Istanbul Basaksehir da Monchi nell’estate del 2017, per la notevole cifra di 14,25 milioni di euro. Dopo un girone d’andata, con poche apparizioni, il turco inizia a fare bene nel girone di ritorno, ingranando anche dal punto di vista realizzativo. Di Francesco, da sempre propenso nel valorizzare i giovani, inizia a dargli maggiore fiducia e Under lo ripaga con ottime prestazioni. La sua prima stagione in giallorosso è molto positiva e si conclude con 26 presenze e 7 gol, statistiche arricchite da 5 apparizioni in Champions league e 1 gol segnato.

Durante l’estate successiva, numerose squadre si fiondano su di lui, ma la Roma riesce a trattenerlo, puntando forte sul suo giovane talento. Al secondo anno nella capitale, complici i numerosi problemi fisici avuti, Under non riesce a migliorare i propri dati statistici, faticando a trovare continuità. Quest’anno, Fonseca dimostra di voler puntare forte su di lui nel precampionato, ma ancora una volta i problemi fisici e la discontinuità frenano il turco. A gennaio, l’infortunio di Zaniolo avrebbe potuto concedergli maggiore spazio in campo, ma l’arrivo di Carles Pèrez, finito davanti nelle gerarchie, lo ha bloccato ulteriormente. Il passaggio al 3-4-2-1, meno adatto alle sue caratteristiche di gioco, potrebbe essere il definitivo segnale di una sua probabile cessione nel prossimo mercato.

Under: scambi o cash?

Nei giorni scorsi, si era manifestato il forte interesse del Napoli sul calciatore. I partenopei avrebbero individuato nel giovane turco, il probabile sostituto di Callejon, che lascierà gli azzurri a fine stagione. Il calciatore ha tutte le caratteristiche di gioco per adattarsi perfettamente nel 4-3-3 di Rino Gattuso, con il mister calabrese che predilige le ali mancine per giocare sulla fascia destra. Giuntoli aveva iniziato a sondare il terreno, ma secondo Il Mattino l’incidente diplomatico del San Paolo durante il match tra Napoli e Roma ( con il Napoli che ha accusato la Roma di non aver rispettato le normative anti-covid) potrebbe aver frenato la trattativa. I partenopei, inoltre, non sarebbero convintissimi delle alte richieste della Roma e starebbero sondando anche altri profili.

Nella giornata di ieri, Valter Di Maggio, giornalista di Radio Goal, ha parlato a Radio Kiss Kiss di un’ipotetico maxi-scambio tra Napoli e Roma. I partenopei avrebbero nel mirino, infatti, anche Jordan Veretout, già lungamente corteggiato la scorsa estate. Non sono state menzionate le eventuali contropartite tecniche, ma non è un mistero il fatto che la Roma stia cercando un grande attaccante per ringiovanire la rosa. Milik, in uscita dal club campano, potrebbe rientrare nel maxi-scambio? Staremo a vedere….

Le altre squadre interessate

Il turco, nonostante non stia vivendo certamente un periodo roseo, continua a piacere a tantissime squadre. Anche all’estero, sarebbero molte le squadre sul giocatore: una su tutte è il Borussia Dortmund. In Italia, tuttavia, sembrerebbe essere interessata al calciatore anche la Juventus, alla ricerca di profili per ringiovanire la rosa. I giallorossi potrebbero pensare di proporre un eventuale scambio con Bernardeschi, con l’obiettivo plusvalenza per entrambi i club. Il rapporto tra le due squadre, inoltre, è sempre buono e vivo, come abbiamo visto lo scorso anno con lo scambio tra Luca Pellegrini e Spinazzola.

Nel frattempo, Justin Kluivert non è stato convocato per il match di questa sera contro il Parma. Anche l’olandese continua ad essere uno dei principali indiziati alla cessione e ad essere l’oggetto di probabili plusvalenze per il prossimo anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA