Esteri

USA: verso lo stop e divieto di importazione del petrolio russo

David Arakhamian, negoziatore ucraino, ha affermato che l’Ucraina è disponibile a discutere “modelli non-Nato” per il futuro, alla vigilia del terzo round di colloqui con Mosca. “Siamo pronti a discutere di alcuni modelli non Nato. Ad esempio, potrebbero esserci garanzie dirette da parte di diversi Paesi come Stati Uniti, Cina, Regno Unito, forse Germania e Francia. Siamo aperti a discutere di queste cose in una cerchia più ampia, non solo nelle discussioni bilaterali con la Russia, ma anche con altri partner”. Putin ha comunicato al presidente francese Macron che la Russia “Non colpirà le centrali nucleari”.

Gli Anonymous hanno nuovamente hackerato canali televisivi russi, trasmettendo video della guerra in Ucraina e invitando i russi a opporsi al genocidio russo in Ucraina.

La presidente della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha affermato che la Camera sta “esplorando” la legislazione per vietare l’importazione di petrolio russo e che il Congresso intende emanare questa settimana 10 miliardi di dollari in aiuti per l’Ucraina in risposta all’invasione militare della Russia del suo vicino. Lo riferisce la Reuters.

Back to top button