Trastevere, violenza incessante: rissa tra bande

Dieci ragazzi, armati di bottiglie, si sono scontrati nella notte tra giovedì e venerdì: tre i denunciati

Non cessa la violenza a Trastevere, dove stavolta due bande, una decina di ragazzi in tutto, si sono scontrate in via San Francesco a Ripa, nella notte tra giovedì e venerdì. Bottiglie di vetro come armi, droghe e alcol come movente.

Le motivazioni della rissa sarebbero infatti futili, analogamente a quanto accaduto ad inizio ottobre: 15 ragazzi, davanti al kebab e alla bruschetteria, tra piazza San Calisto e la tabaccheria, sempre in via San Francesco a Ripa, si erano fronteggiati a colpi di testate e bottiglie.

Dunque una situazione fuori controllo, che i carabinieri e i militari tentano, in qualche modo, di sorvegliare. Entrambi sono infatti intervenuti sul luogo, dopo la segnalazione di alcuni passanti che hanno assistito alla violenza ingiustificata dei ragazzi.

La maggior parte dei litiganti si è dileguata all’arrivo delle pattuglie. Tuttavia i carabinieri sono riusciti a bloccare tre ragazzi romani, un 29enne e un 30enne, con precedenti, e un 25enne, poi denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Cresce il malcontento, comprensibile, dei residenti, che all’indomani dell’omicidio del vice brigadiere Mario Cerciello avevano affermato: “Qui a Trastevere non è cambiato nulla”. E d’altronde non è accettabile in alcun modo la convivenza con continui atti di brutalità al di là del proprio portone di casa.

Per rimanere aggiornati, leggi tutta l’attualità.

SEGUICI SU:

PAGINA FACEBOOK

PAGINA INSTAGRAM

PAGINA TWITTER

© RIPRODUZIONE RISERVATA