Violenza sulle donne: 16 giorni di #Orangethewolrd

Coloriamo il mondo di arancione con l’iniziativa “#OrangetheWorld: Fund, Respond, Prevent, Collect!“. Sono 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere, iniziati il 25 novembre, si concluderanno il 10 dicembre, in concomitanza con la Giornata Internazionale dei Diritti Umani.

La pandemia non deve farci fare passi indietro.

#Orangetheworld

Il 25 novembre si rinnova l’invito del Segretario generale delle Nazioni Unite Antònio Guterres: non ci possiamo limitare a intervenire, dobbiamo prevenite. “Raddoppiamo gli sforzi“, conclude il suo messaggio.
146 Paesi hanno risposto all’iniziativa, per affrontare quella che durante la crisi sanitaria è diventata una situazione estrema.

Con le misure restrittive e l’isolamento in casa, la violenza domestica si è intensificata. Le chiamate ai numeri di emergenza sono aumentati di cinque volte rispetto al periodo precedente alla pandemia.

I dati delle linee di assistenza per la violenza domestica mostrano una tendenza in negativo (-55%). Potremmo festeggiare, se non fosse che non è un dato positivo, è un calo dovuto alla paura di vivere in casa con il proprio aguzzino.

Italia, violenza di genere

Il Ministero della Salute ha raccolto i dati nel triennio 2017-2019: sono 16.140 i casi riscontrati di violenza di genere nei Pronto Soccorso d’Italia.

Così spiega la Sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa:

L’emergenza pandemica provocata dal coronavirus ha di fatto acuito il fenomeno della violenza contro le donne: basti pensare al Numero Rosa 1522, che tra marzo e giugno 2020 ha registrato un numero di chiamate, sia telefoniche sia via chat, più che raddoppiato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”.

L’Istituto Superiore di Sanità si è impegnato a formare 17.637 operatori sociosanitari per individuare e assistere le vittime di violenza.

#Orangetheworld, supportare l’iniziativa

  • La violenza di genere interessa 1 donne su 3, solo in Italia i dati mostrano che il 31,5% delle donna ha subito nella vita una forma di violenza. L’ultimo caso è avvenuto a Rimini (leggi qui).
  • Affinché questi episodi non avvengano più, le Nazioni Unite promuovono da anni un progetto che prevede di eliminare la violenza di genere entro il 2030.
  • Se oggi suona irreale è perché non si è fatto abbastanza. Il 25 novembre sono stati stanziati 25 milioni di dollari per progetti guidati da donne che combattono la violenza di genere, come cura, pianificazione famigliare, consulenza legale, spazi sicuri e servizi di consulenza.
  • Per supportare l’iniziativa l’Onu ha lanciato gli hashtag:  #GenerationEquality #orangetheworld #16days and #spreadtheword.
Numeri utili - Photo Credis: Istituto Superiore di Sanità
Numeri utili – Photo Credis: Istituto Superiore di Sanità

Numeri utili:

Non esitare, non sei sola. Chiedi aiuto.


Numero rosa: antiviolenza e anti stalking 1522, attivo h24;
App 1522: dove puoi chattare con le operatrici, disponibile su IOS e Android;
App YouPol: realizzata dalla Polizia per reati di vario genere, tra cui le violenze domestiche. In alternativa usa il numero 112;
Centri Antiviolenza: trova il più vicino su questa mappa. Anche le farmacie possono indirizzarti e consigliarti;
Telefono Verde AIDS e IST 800 861061: se hai subito violenza sessuale, il numero è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 13 alle 18.

Seguiteci su:

Facebook
Instagram
Twitter

Articolo di Giorgia Bonamoneta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA