Vitamina D e COVID-19: una nuova arma contro l’epidemia?

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

No, questa non è l’ennesima bufala circolante in rete sul Sars-CoV-2: un gruppo di ricercatori britannici ha dimostrato la relazione tra Vitamina D e COVID-19.

La situazione in Italia, Svizzera e Spagna

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Aging Clinical and Experimental Research, ha evidenziato come scarsi livelli di Vitamina D siano associati a un aumento del numero di casi e decessi da COVID-19, analizzando dati provenienti da ben 20 Paesi europei. Dalla ricerca è emerso che in Italia, Svizzera e Spagna i soggetti in età avanzata, i più colpiti dalla malattia, hanno livelli ematici pericolosamente bassi di Vitamina D: il 75% dei pazienti di case di riposo ne accusa una severa carenza.

Fonte: Aging Clinical and Experimental Research

Si preferisce stare all’ombra

I ricercatori hanno osservato che nelle case di riposo svizzere e nel 76% delle donne italiane sopra i 70 anni i livelli di Vitamina D presenti nel siero sanguigno sono inferiori a 30 nmol/L, contro i 45 nmol/L dei Paesi nordici. Una simile differenza sarebbe da imputare alla tendenza degli abitanti dell’area mediterranea a rimanere più tempo all’ombra per evitare il sole cocente e alla loro caratteristica carnagione olivastra: una maggiore pigmentazione cutanea infatti riduce la sintesi di Vitamina D. Inoltre, i nordeuropei assumono più integratori e consumano molti più alimenti ricchi di questo importante nutriente, come l’olio di fegato di merluzzo e i prodotti caseari.

Fonte: goodfreephotos.com

Un aiuto, non una soluzione

Nello studio viene sottolineato che la Vitamina D sia un valido aiuto nel prevenire la sintomatologia più grave della COVID-19 (non la malattia in sé!), poiché è stato dimostrato che giochi un ruolo fondamentale nella protezione da infezioni respiratorie acute. Uno dei prossimi obiettivi della comunità scientifica sarà valutare i livelli di Vitamina D in pazienti a differenti livelli di gravità della patologia ed evidenziare ulteriori relazioni.

Segui tutte le news del momento su Metropolitan Magazine.