12.4 C
Roma
Gennaio 22, 2021, venerdì

Vittorio Alfieri, l’inquieto romantico

- Advertisement -

Vittorio Alfieri nasce ad Asti il 16 gennaio del 1749. Di nobili origini e virtù, Vittorio Alfieri scopre ben presto la condizione di disagio e irrequietezza che lo portano a viaggiare in quel che si soleva definire Grand Tour.

Nonostante Vittorio Alfieri sia stato uno degli autori più stimati ed apprezzati a suo tempo o nell’ambiente accademico odierno, oggi la sua fama, per lo più, si riduce a mero ricordo di letteratura italiana da liceo.

Vittorio Alfieri
Vittorio Alfieri
photoedit:web

Un vero peccato per un grande drammaturgo e tragediografo quale è stato.

Vittorio Alfieri: tra romanticismo e illuminismo

Vittorio Alfieri nasce in un periodo di snodo del 1700: tra l’irrequietezza e l’inquetitudine tipica dei romantici al razionalismo degli illuministi. Alfieri si colloca per certi versi nel mezzo di queste due tendenze, scivolando un po’ verso l’una e un po’ verso l’altra.

Ciò che è chiaro è la sua netta e chiara contrapposizione nei confronti della società.

Il suo punto cardine, il focolaio della sua ideologia risiede tutto nella forza e nel valore della libertà contro ogni forma di tirannia. Pensiero che lo porterà ad apprezzare la Rivoluzione francese per poi detestarla.

La sua continua ricerca di libertà dalla noia e dalla insoddisfazione, alla ricerca del senso esistenziale profondo, quale si rivelerà nella letteratura, lo condurrà in giro per il mondo ricalcando talvolta la fisionomia del classico giovane nobile ozioso: in cerca d’amore e divertissement.

La scoperta di se stesso attraverso la letteratura

Tutt’altro che questo quando scopre il potere della letteratura, della drammaturgia, della saggistica.

Fu folgorato al punto da dedicarvi anima e corpo in modo quasi ossessivo poiché la letteratura rappresentava l’ultimo baluardo della libertà umana.

Vittorio Alfieri
Copertina dell’opera Della Tirranide.
photoedit:web

La lettura di Plutarco fu fondamentale delineando, ormai definitivamente, la sua vena tragica. Antonio e Cleopatra è la prima, intrisa anche di venature biografiche sottolineando la catarsi che Alfieri stava subendo con la letteratura.

Si cimenterà anche nella saggistica e nella commedia, ma di grande valore accademico è la sua autobiografia Vita scritta da esso in cui narra della scoperta di se stesso e della sua vocazione letteraria.

Morirà a Firenze nel giorno 8 ottobre 1803.

a cura di Claudia Cangianiello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Claudia Cangianiellohttp://wwww.metropolitanmagazine.it
Laureata in Editoria e scrittura, bibliofila per natura e passione. Scrivo di ciò che conosco, di ciò che amo quindi di libri, cucina, arte, cultura.
- Advertisement -

Continua a leggere

Michelle Pfeiffer interpreterà Betty Ford nella serie “The First Lady”!

Michelle Pfeiffer sarà Betty Ford nella nuova ed acclamata serie tv antologica prodotta da Showtime e Lionsgate: "The First Lady". La nuova...

Alma Juventus Fano, arrivato un nuovo difensore: è Stefano Cason

L'Alma Juventus Fano ha ufficializzato l'arrivo del difensore classe '95, Stefano Cason. Il giocatore arriva dal Matelica. Ecco il comunicato del club.

Elena Fedriga, ecco chi è la moglie del presidente del Friuli Venezia Giulia

Elena Fedriga, ecco chi è la moglie del presidente del Friuli Venezia Giulia. Trentottenne originaria del pordenonese, triestina d'adozione, referente regionale del...
- Advertisement -

Ultime News

Museo d’Orsay, lo spettacolo dell’arte su Rai 5

Giovedì 21 gennaio alle ore 19:28 su Rai 5 un documentario sulle meraviglie del Museo d'Orsay. In quella che era un tempo...

1984, il romanzo “cult “ di George Orwell

Pubblicato nel 1949, 1984 è il romanzo più famoso di George Orwell. Considerato un"cult", Le Monde lo posiziona al 22º posto della classifica dei 100 migliori libri mai scritti. La specificità...

27 Gennaio, storia del segno nero e del Giorno della Memoria

Benvenuti nell'universo narrativo di StoryLine. Tra pochi giorni sarà il 27 gennaio e perciò abbiamo deciso di dedicare la puntata di oggi...

”Tempora labuntur”: il concetto di tempo in letteratura classica

Tempora labuntur un'espressione di Ovidio contenuta, successivamente, nell'opera Fasti e riferita allo scorrere inesorabile dei giorni. Nel nuovo appuntamento della rubrica ClassicaMente,...

L’uomo dal fiore in bocca con Vittorio Gassmann su Rai 5

Oggi pomeriggio alle 16.30 L'uomo dal fiore in bocca di Pirandello, basato sulla novella La morte addosso del 1923
- Advertisement -