Wacky Races, le corse più matte del mondo tornano sotto forma di un divertentissimo gioco da tavolo.

Wacky Races – Tornano le corse folli che coinvolgono Dick Dastardly ed il suo famoso cane Muttley. I personaggi di Hanna & Barbera tornano prendono nuovamente vita in uno splendido gioco da tavolo. Il tempo medio di durata del gioco oscilla sui 15-20 minuti per la gara singola. Il board game è da due a sei giocatori ed è progettato per le famiglie. Inoltre è presente una modalità campionato con regole specifiche aggiuntive per ogni gara disputabile.

Wacky Races
Box – Photo Credit: Magic Mechant

Lo scopo del gioco naturalmente è vincere la corsa con la propria vettura, chi arriva primo al traguardo vince. Fin qui, sembrerebbe un normalissimo gioco di corse, invece si aggiungono dinamiche uniche, di ciascuna vettura, per rendere più “folle” la gara. Prima di addentrarci nel gameplay vero e proprio iniziamo ad osservare le componenti fisiche del gioco.

Wacky Races
Show Content – Photo Credit: Orgoglio Nerd

Nel box sono presenti 11 miniature delle automobili dettagliate dei vari personaggi, una plancia di inizio corsa, diverse schede percorso, le schede personaggio, il traguardo finale e le carte movimento, abilità, trappola e alcune tessere speciali. Esiste anche una versione premium dove sono presenti contenuti aggiuntivi come per esempio: le 11 miniature predipinte, tessere aggiuntive e plance pilota ristrutturate.

Wacky Races, la struttura del gameplay

Ogni giocatore avrà a disposizione delle carte movimento relative al colore della tessera sulla quale è posizionato. Per poter avanzare di una casella dovrà giocare la carta con la raffigurazione della casella in cui si trova. Il gioco si presenta piuttosto intuitivo, difatti le tessere del circuito, compresa quella di posizionamento iniziale, permette al massimo di affiancare 2 veicoli su di uno stesso tratto. Coloro che si troveranno in corrispondenza della tessera occupata da 2 veicoli, avanzeranno di un’ulteriore casella.

wacky races
Wacky Races – Photo Credit: Meniac

Non dimentichiamoci di Dick Dastardly! Agirà per ultimo ed è l’unica vettura che muoverà al centro. Dick e Muttley sono gli unici personaggi non giocabili, ma che interverranno nel gioco in maniera “automatica”. Infatti, si muoverà in corrispondenza della tessera dell’ultima carta giocata. Se a quel punto sarà davanti a tutti lascerà a terra una trappola e tornerà indietro fino a posizionarsi dietro l’ultima vettura gareggiante.

Dick Dastardly
Dick & Muttley – Photo Credit: CMON

Oltre alle carte specifiche della nostra vettura, si potranno giocare abilità particolari dei piloti. Tutto ciò ci permetterà, o di evitare le trappole di Dick o di avvantaggiarci rispetto agli altri giocatori. Per esempio potremmo far saltare il turno agli avversari, o farli retrocedere fino alla prima casella vuota. Queste dinamiche permetteranno di rendere più accattivante ed interattiva l’intera gara. Non dimentichiamoci però, della modalità campionato che prevede 4 stagioni e ben 16 gare completamente differenti.

Wacky Races, un gioco “made in Italy”

Questo gioco è stato realizzato da: Andrea Chiarvesio e Fabio Tola. Andrea Chiarvesio è un designer di giochi italiano che è stato premiato per ben tre volte il Best of Show al Lucca Comics & Games: nel 2007 con Kingsburg (miglior gioco da tavolo e Best of the Best), nel 2008 con Wizards of Mickey (miglior gioco collezionabile) nel 2010 con Olympus (miglior gioco da tavolo). Accendete i motori, attenti ai cambiamenti del tracciato e preparatevi ad affrontare la corsa più pazza del mondo!

Seguici su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA