WEC, ecco i team iscritti alla stagione 2021

Sul profilo Instagram del WEC era stato ufficializzato nella giornata del 21 gennaio l’elenco dei team iscritti alla stagione 2021. L’unica anticipazione dei giorni precedenti comunicava solamente la presenza di 33 vetture nel campionato endurance, lasciando così presumere la partecipazione di scuderie che avrebbero schierato solamente una monoposto. Senza indugiare oltre, andiamo a vedere più da vicino i team del campionato in arrivo tenendo conto delle notizie degli ultimi giorni.

WEC 2021, i team della classe Hypercar

Toyota, Alpine e Glickenhaus, queste le tre scuderie che compongono l’èlite del WEC 2021. Il marchio giapponese è ormai una realtà consolidata del campionato, forte dei successi raggiunti con la TS050 Hybrid, sostituita dalla nuova GR010 appartenente alle vetture di tipo LMH (Le Mans Hypercars, ndr). Confermati senza troppi dubbi gli equipaggi della #7 e della #8, composti da Conway, Kobayashi, Lopez e da Buemi, Nakajima e Hartley. Alpine invece non compie il passo verso il futuro, almeno per il momento, e schiera una sola LMP1 non ibrida, ossia la Alpine A480 #36 guidata da: Nicolas Lapierre, André Negrão e Matthieu Vaxiviere. Sembra una stranezza, ma i regolamenti lo consentono.

WEC 2021
La Toyota GR010 Hybrid in tutta la sua bellezza – Photo Credit: WEC Twitter

Passiamo alle ultime due monoposto iscritte dalla Glickenhaus, costruttore dalle origini statunitensi. Il debutto degli americani nel WEC è davvero ambizioso, con ben due vetture LMH, la #708 e la #709 affidata inizialmente a Gustavo Menezes e a Ryan Briscoe. Oggi però la scuderia ha comunicato di essersi assicurata la presenza di altri cinque piloti, ossia Pipo Derani, Romain Dumas, Franck Mailleux, Olivier Pla e Richard Westbrook, tuttavia non si sa ancora in quale vettura verranno assegnate tutte le new entries appena ingaggiate. Quel che è certo è che gli statunitensi scacciano così l’idea di una loro partecipazione a intermittenza, dato che un singolo pilota può correre al massimo per sette ore di fila. Un’eventualità piuttosto insolita, ma fino a poche ore fa plausibile.

Le squadre in LMP2

Nella classe appena al di sotto delle Hypercars, è record di partecipanti. Sono ben undici le vetture presenti, che rappresentano nove nazioni tra europee e non. Si prospetta dunque un grande spettacolo, considerando inoltre il debutto di quattro team provenienti dall’European Le Mans Series. Si tratta di DragonSpeed USA, Inter Europol Competition, RealTeam Racing e Richard Mille Racing Team, quest’ultimo con un equipaggio tutto al femminile composto da Flörsch, Calderón e Visser. Debutta in LMP2 anche il team WRT, in arrivo dal DTM dopo aver disputato due stagioni nella serie tedesca. I campioni in carica della United Autosports quindi avranno diversi avversari in più da affrontare.

WEC 2021
Rendering della Richard Mille Racing Team #1 – Photo Credit: WEC Twitter

Le scuderie in GTE Pro e Am

Diversa appare la situazione nelle due classi riservate alla vetture Gran Turismo. In GTE Pro Aston Martin ha lasciato nonostante la vittoria del titolo piloti e costruttori nello scorso anno. Rimangono così solamente Ferrari e Porsche, che daranno via ad un obbligato duello in pista. Le premesse per vedere un grande spettacolo ci sono, ma forse c’è da pensare seriamente al futuro. A parte questo, in GTE Am il quadro sembra ben più positivo, con tredici vetture che prenderanno parte al campionato, di cui 3 fornite rispettivamente da Iron Lynx e D’station Racing. Il primo team, per giunta italiano, schiererà due Ferrari 488: nello specifico la #85 avrà un equipaggio di sole donne, ovvero Frey, Gostner e Gatting. Il secondo invece una Aston Martin Vantage, la #777, di Fuji e Hoshino.

WEC 2021
L’Aston Martin Vantage del team D’station Racing – Photo Credit: D’station Racing Twitter

L’era delle Hypercars

Oltre all’aspetto delle squadre partecipanti al WEC, vi è anche un punto fondamentale da considerare. Infatti la principale differenza rispetto all’anno scorso è il debutto di una nuova generazione di vetture, le cosiddette Hypercars. Queste ultime correranno esclusivamente nella ex classe LMP1 (Le Mans Prototypes, ndr) mantenendo così il ruolo di vetture più veloci del campionato. Esse si dividono in LMH e LMDh, con le prime che possono competere solamente nel World Endurance Championship, mentre le seconde hanno la possibilità di farlo anche in altre serie, come lo statunitense WeaterTech SportsCar organizzato dall’IMSA. L’articolo qui sotto, dedicato alla Toyota GR010 Hybrid, fornisce informazioni utili sul nuovo pacchetto tecnico.

SEGUICI SU:

📸 INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
📹 YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
🎙 SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
📱 PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍️ GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/763761317760397
📰 NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Giacomo Lago

© RIPRODUZIONE RISERVATA