Motori

LMDh ed hypercar in un’unica top-class, si rischia una nuova LMP1H?

LMDh Hypercar top-class – Il World Motor Sport Council della giornata di venerdì 6 marzo ha approvato i principi di convergenza tra IMSA ed ACO. La Federazione approva così la realizzazione di una classe congiunta tra le due categorie, promuovendo una convergenza di natura storica. Tuttavia, le criticità sono dietro l’angolo.

LMDh Hypercar in un’unica top-class

Lo scorso 24 gennaio IMSA ed ACO hanno siglato un accordo per la realizzazione di una unica piattaforma denominata LMDh. Lo scopo dei due campionati è di permettere alle scuderie di competere sia nel WeatherTech SportsCar Championship che nel FIA World Endurance Championship con lo stesso regolamento di classe. Un vantaggio indiscusso, ma con alcune accortezze. Di seguito la comunicazione del WMSC.

LMDh Hypercar top-class
Toyota è al momento l’unico costruttore che con certezza schiererà una hypercar a Silverstone 2020 – Photo Credit: Toyota Gazoo Racing

“Il Consiglio ha approvato i principi generali di convergenza per una piattaforma di base per la top-class dei prototipi nell’endurance. La piattaforma manterrà l’esistente regolamento tecnico FIA WEC, incluse le Le Mans Hypercar. Le LMH e le LMDh convergeranno in un’unica ed unica FIA WEC top-class. Le auto LMDh saranno basate su un nuovo chassis, comune tra la top-class nel WEC e l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. I parametri inerenti alla potenza, le caratteristiche aerodinamiche ed il peso saranno allineati tra le LMH e le LMDh in modo tale da assicurare che entrambe operino nella stessa finestra prestazionale.”

Il comunicato del World Motor Sport Council stabilisce che le Hypercar e le LMDh correranno in un’unica classe prototipi e dovranno avere il medesimo range prestazionale. Un elemento cruciale in questa decisione riguarda il fatto che IMSA adotterà sicuramente la piattaforma LMDh, ma non è ancora stato stabilito se la serie americana accetterà anche le hypercar. Un punto di discussione di grande rilievo. Tuttavia, c’è dell’altro.

Tutto bene ciò che finisce bene? E se…

In questo scenario complessivamente molto positivo per il mondo endurance, c’è un elemento cruciale da considerare. E se solamente Toyota sarà in grado di portare in pista una hypercar nelle prossime stagioni? Una domanda lecita dopo la scelta di Aston Martin e le incertezze riguardanti i progetti di ByKolles, Scuderia Glickenhaus e Peugeot Sport. Qual è il rischio che il mondo endurance potrebbe trovarsi ad affrontare?

Audi Porsche LMP1
L’uscita di Audi e Porsche dalla LMP1H ha portato a grandi cambiamenti nella top-class nel WEC – Photo Credit: Le Mans

“Il 2020 potrebbe essere il nuovo 2018”. Non c’è modo migliore di riassumere una preoccupazione che potrebbe essere molto più di un effetto collaterale. Al termine del 2017 Porsche decide di abbandonare la LMP1H seguendo l’esempio di Audi, lasciando Toyota come unico costruttore di una LMP1H. Nella scorsa stagione non c’è mai stata una vera e propria lotta in pista nella top-class con Toyota in grado di dominare tutti gli altri prototipi privi di tecnologia ibrida.

Considerando gli ingenti costi di sviluppo e di mantenimento di un programma hypercar ed un range prestazionale simile, è plausibile che un costruttore prediliga una LMDh piuttosto che una hypercar. Ipotizzando che la hypercar abbia delle prestazioni di poco più veloci rispetto ad una LMDh, ci troveremmo davanti ad un dominio Toyota 2.0? Per evitare una situazione simile sarà necessario che le prestazioni delle sotto-classi siano praticamente identiche. In tal caso, però, il dilemma è un altro: che senso avrebbe per un costruttore fare un’investimento così oneroso come una hypercar se con meno budget potrebbe ugualmente vincere?

LMDh Hypercar top-class
Peugeot non ha ancora confermato definitivamente il suo impegno alla hypercar. Quale sarà la scelta finale? – Photo Credit: Peugeot-Ligier

I dilemmi sono molti e la convergenza, per quanto positiva, potrebbe generare alcune difficoltà importanti. Tutto rimandato a Sebring dove dovrebbero essere rilasciati ulteriori dettagli sulla futura LMDh.

SEGUICI SU:

Back to top button