Cultura

William Herschel : colui che scoprì il pianeta Urano

William Herschel fu un astronomo e, precisamente, colui che scoprì il pianeta Urano. Per questo 13 marzo partiamo dal 1781 fino ad arrivare al 2013, passando per l’Europa, l’America e da Urano alla Luna.

William Herschel, una data stellare

IWilliam Herschel, il 13 marzo 1781, scoprì accidentalmente il pianeta Urano, durante una rassegna dei cieli con il suo telescopio, anche se all’inizio Herschel fu convinto di aver scoperto solamente una cometa.

William Herschel, particolare - Photo Credits: rmg.co.uk
William Herschel, particolare – Photo Credits: rmg.co.uk

 Dopo la scoperta di Herschel, Nel 1930, invece, toccò alla scoperta di Plutone da parte dell’astronomo americano Clyde William Tombaugh. Tombaugh racconta così la sua emozione dopo la sua scoperta:

”Improvvisamente mi balzò agli occhi un oggetto di quindicesima magnitudine. ”Eccolo”, mi dissi. Un’emozione incredibile mi travolse: questa sarebbe stata una scoperta storica. Mi diressi subito nell’ufficio del direttore. Cercando di controllarmi, entrai nell’ufficio ostentando indifferenza. Dr. Slipher, ho trovato il suo pianeta X”

Da William Herschel all’Apollo 9

A pochi mesi di distanza dal grande successo della missione Apollo 8 (21 dicembre 1968), un’altra missione, quella dell’Apollo 9, si conclude egregiamente e l’equipaggio rientra sulla terra il 13 marzo del 1969, dopo aver testato il modulo lunare.

50 anni fa si concludeva con l’Apollo 9 un altro successo americano che avrebbe portato, solamente nel giro di 4 mesi, l’uomo sulla Luna con la missione Apollo 11 (20 luglio 1969).

Da William Herschel all'equipaggio dell' Apollo 9: James A. McDivitt, David R. Scott, e Russell L. Schweickart (foto dal web)
Da William Herschel all‘equipaggio dell’ Apollo 9: James A. McDivitt, David R. Scott, e Russell L. Schweickart
(foto dal web)

Da Urano, ad Apollo giungendo alla fumata bianca del 2013

Il 13 marzo del 2013, alle 19:06 la fumata bianca che indica la fine del conclave e l’elezione al soglio pontificio del cardinale argentino  Jorge Mario Bergoglio con il nome di Francesco I.

Francesco é il primo gesuita a diventare papa e il primo pontefice proveniente dal continente americano. Bergoglio, ha fatto subito parlare di sé con le sue riforme e i suoi comportamenti poco ortodossi e vicini al sentimento popolare. L’11 aprile 2015, ha indetto il giubileo straordinario dedicato alla misericordia, terminato il 20 novembre 2016.

Da William Herschel a Francesco a Dublino, Agosto 2018. (Foto di BEN STANSALL/AFP/Getty Images)
Da William Herschel a Francesco a Dublino, Agosto 2018.
(Foto di BEN STANSALL/AFP/Getty Images)

Nati oggi

il 13 marzo del 1781, nasce Karl Friedrich Schinkel, l’architetto che con i suoi monumenti rivoluziona il centro di Berlino. Sebbene ci ricordiamo di lui per le sobrie linee neoclassiche, Schinkel é stato anche un architetto e pittore vicino ai sentimenti romantici ed aperto alle influenze dell’eclettismo e del neogotico.Mentre nel 1814, nasce Clara Maffei (nome completo da nubile: Elena Chiara Maria Antonia Carrara Spinelli), patriota e mecenate italiana. Il Salotto di Clara Maffei fu frequentato da alcuni dei più importanti uomini politici, patrioti, pittori, scrittori e compositori dell’ottocento italiano ed europeo come Massimo d’Azeglio, Tommaso Grossi, Francesco Hayez, Honoré de Balzac e Giuseppe Verdi, Enrico Dandolo ed Emilio Morosini.

Spero che questo piccolo excursus su alcuni degli avvenimenti del 13 marzo nella storia, accompagni la vostra giornata e vi ricordo l’appuntamento giornaliero con la nuova rubrica #MMIToday di Metropolitan Magazine Italia.

Martina Antonini

Back to top button