Tennis

Wimbledon 2022, i risultati degli italiani: il colore azzurro sfuma sempre più

Covid-19 e sconfitte in campo. Il bel colore azzurro sfuma sempre più dal torneo inglese su erba più famoso ed importante del mondo del tennis internazionale. Wimbledon 2022 non regala grandi notizie dai risultati degli italiani: la maggior parte dei nostri portabandiera, sia nella sezione maschile e femminile, sono stati eliminati dalla competizione nel primo turno di questo Slam anglosassone. La “perfida Albione” si sta rivelando matrigna con gli atleti tricolore e fortemente nefasta: oltre ai ko legiferati dal campo, infatti, si è aggiunta la tegola di Matteo Berrettini. Il romano, il migliore della racchetta nostrana, si è dovuto arrendere al Coronavirus prima di scendere in campo nel suo esordio. Anche la giornata di ieri ha regalato pochissimi sorrisi agli italiani impegnati sul suolo inglese.

Wimbledon 2022, i risultati degli italiani: tra sconfitte e Covid-19 è un torneo maledetto

Wimbledon 2022, i risultati degli italiani: il colore azzurro sfuma sempre più

Matteo Berrettini, con il cuore spezzato a metà, non ha potuto prendere parte al torneo di Wimbledon 2022 dopo essere stato trovato positivo al Covid-19. Il miglior tennista italiano non ha guidato la spedizione azzurra della giornata di ieri. Assalto azzurro che si è rivelato essere, per il secondo giorno di fila, molto inconsistente. Il lato rosa della racchetta italiana ha perso Camila Giorgi e Jasmine Paolini al primo turno: la maceratese è uscito sconfitta dal confronto contro la polacca Magdalena Frech, mentre la toscana ha alzato bandiera bianca dinnanzi alla ceca Petra Kvitova.

L’unico qualificato di giornata arriva dalla categoria maschile. Dopo una partita intensa, Lorenzo Sonego è riuscito ad imporre il suo gioco contro lo statunitense Denis Kudla. La bandiera a stelle e strisce si è rivelata indigesta, invece, per Lorenzo Musetti che è stato piegato da Taylor Fritz. Con Matteo Berrettini che osservava, suo malgrado, da casa. Il suo apporto mancherà moltissimo agli azzurri, ma anche al torneo stesso.

Seguici su Google News

Back to top button