Tennis

Wimbledon: Berrettini lascia per strada un set ma avanza al secondo turno

Inizia nel migliore dei modi il Day 3 di Wimbledon per il tennis italiano. Matteo Berrettini infatti, battendo in quattro set l’argentino Guido Pella, si è garantito per la terza volta in carriera l’accesso al secondo turno dei Championships.

Parte bene lo Slam londinese per l’azzurro

Un’altra prestazione piuttosto convincente per Matteo Berrettini, giunto alla sesta vittoria consecutiva dopo la strepitosa cavalcata di poco più di una settimana fa’ al Queen’s. Quest’oggi l’azzurro, nel suo incontro di primo turno a Wimbledon, ha eliminato l’argentino Guido Pella per 6-4 3-6 6-4 6-0 in 2h e 20 minuti di gioco. Al prossimo ostacolo se la vedrà contro uno tra il qualificato francese Barrere o il lucky loser olandese Van De Zandschulp. Per il romano si tratta del terzo secondo turno in carriera raggiunto ai Championships dopo quelli ottenuti rispettivamente nel 2018 e nel 2019. Nell’edizione di due anni fa’ si spinse addirittura fino agli ottavi di finale, quando poi si arrese senz’appello a Roger Federer in tre facili set. Nel match odierno Matteo ha lasciato per strada il secondo set ma in generale è sembrato abbastanza centrato, contro un avversario quest’anno in crisi (3-12 nel 2021) ma comunque capace nel 2019 di raggiungere i quarti di finale dello Slam londinese.

Wimbledon: Berrettini perde il secondo set ma mai la lucidità

Il primo set dura 37 minuti e termina 6-4 in favore del numero 9 del mondo. Matteo ci mette qualche game per studiare il suo avversario, mai affrontato prima dell’incontro odierno. Alla fine, tuttavia, riesce a sfondare nel quinto gioco, conquistando il break che risulterà decisivo. Basta questo infatti a Berrettini per garantirsi la frazione. Al servizio il romano non corre rischi con appena cinque punti concessi nell’arco del parziale. Nel secondo set, decisamente a sorpresa, arriva la reazione del tennista albiceleste, bravo a non scoraggiarsi e a levare la battuta all’italiano nel sesto game. Sfortunato Matteo, punito alla prima palla break concessa: dopo 1h e 14 minuti il parziale è di Pella per 6-3. Nel terzo set il livello si alza sensibilmente, merito di un argentino centrato come mai era stato durante questa stagione.

L’azzurro è perfetto nei suoi turni di battuta ma fatica tremendamente a trovare quel guizzo in risposta che gli possa consentire di allungare sul suo avversario. La situazione cambia nel decimo gioco, caso strano il momento di maggior tensione per Pella, quello in cui è chiamato a servire per rimanere nel terzo set. Berrettini ne è consapevole e dà il tutto per tutto per crearsi un’occasione di break. Queste sono ben due e quella buona è proprio la seconda: 6-4 per l’italiano, ad un solo parziale dal secondo turno a Wimbledon. La perdita della terza frazione è una vera e propria batosta per il numero 59 del mondo, breakkato dal romano sia nel secondo sia nel quarto gioco del quarto set: 4-0. Matteo, forte di un vantaggio di due set ad uno e addirittura di due break, ormai è lanciato e nel sesto game toglie la battuta per la terza volta nel set all’argentino per ancorare il punteggio sul 6-0 finale.

ENRICO RICCIULLI

Photo Credit: account Twitter ufficiale di Italia Team, @ItaliaTeam_it

Back to top button