Basket

WNBA di nuovo in campo: la situazione

Nella bolla di Bradenton, sempre in Florida, ha preso il via anche la WNBA, la massima lega cestistica femminile. Come vanno le cose dopo le prime partite disputate?

Al comando della WNBA

La ripresa della WNBA. Photo by The Associated Press

Dopo quattro partite disputate da ogni squadra sono quattro le compagini a guidare la classifica, tutte con un ruolino di tre vittorie ed una sconfitta.

Le campionesse in carica delle Washington Mystics avevano addirittura iniziato con tre vittorie consecutive, prima di cadere per mano delle Chicago Sky per 88-86. Mystics ancora senza Elena Delle Donne, una delle migliori giocatrici del mondo, costretta giocare dalla WNBA nonostante soffra della malattia di Lyme.

Proprio le Chicago Sky sono una delle altre squadre in vetta. La squadra femminile della Windy City oltre ad aver superato le Mystics, ha avuto la meglio anche di Los Angeles Sparks e Las Vegas Aces.

Le altre due squadre sono proprio Seattle Storm e Minnesota Lynx, che restano aggrappate alla vetta. Le Lynx hanno fin qui inflitto l’unica sconfitta alle Sky, mentre le Storm hanno superato tra le altre proprio Minnesota.

Ripartenza disastrosa

Non è iniziata invece nel migliore dei modi la nuova stagione per Connecticut Sun e New York Liberty, entrambe ancora senza vittorie.

Le Connecticut Sun nonostante una DeWanna Bonner sensazionale, prima nella classifica marcatori con 27.5 punti di media a partita, hanno totalizzato quattro sconfitte in altrettanti incontri. Partite però tutte contro squadre di livello: Minnesota Lynx, Los Angeles Sparks e Washington Mystics.

Stessa situazione per le New York Liberty della prima scelta al Draft Sabrina Ionescu. La statunitense molto promettente, classe ’97, viaggia a più di 18 punti di media, ma la squadra non va allo stesso ritmo. Quattro sconfitte su quattro, contro Seattle Storms, Dallas Wings, Phoenix Mercury e Atlanta Dream.

Proteste dalla bolla

La gara inaugurale della nuova stagione WNBA ha già segnato però il primo colpo di scena. Prima dell’inizio della partita tra New York Liberty e Seattle Storm (vinta dalle Storm per 87-71) infatti entrambe le squadre si sono messe d’accordo per organizzare una protesta. Le giocatrici in nome della giustizia sociale, che sta sconvolgendo gli USA, hanno abbandonato il campo durante l’inno americano, invece di inginocchiarsi come succede in NBA.

Le statistiche WNBA

Come detto la miglior marcatrice fin’ora è DeWanna Bonner, con 27.5 punti a partita. A seguire troviamo Bria Hartley (Phoenix Mercury) e A’ja Wilson (Las Vegas Aces) con 19.8, mentre è più staccata Ariel Atkins, guardia delle Washington Mystics, con 18.8.

Per quanto riguarda i rimbalzi è sempre la solita Sylvia Fowles a guidare la speciale classifica. Il centro delle Minnesota Lynx infatti cattura ben 12.3 rimbalzi a partita, staccando nettamente Alyssa Thomas (Connecticut Sun) a 11 e Monique Billings (Atlanta Dream) a 10.8.

Infine a guidare e dominare la classifica degli assist è la guardia delle Chicago Sky Courtney Vandersloot, che regala 8.3 assistenze alle compagne a partita. Molto più staccate Julie Alleman delle Indiana Fever e Chelsea Gray delle Los Angeles Sparks, ferme a quota 6.3.

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Il Basket di Metropolitan

Back to top button