Formula 1

Mercedes, Wolff: “Non sarò CEO di Aston Martin”

Wolff Aston Martin – Dopo mesi di dubbi e giorni di silenzio stampa, il team principal Mercedes mette a tacere le voci per le quali starebbe pensando di lasciare la scuderia di Brackley. “Storia falsa”, queste le parole usate da Toto Wolff in merito alla storia che lo vedrebbe protagonista di una relazione d’affari con Lawrence Stroll.

wolff Aston Martin
Toto Wolff – Photo Credit: Mercedes Official Twitter Account

Wolff Aston Martin – Le voci

Negli ultimi mesi si erano fatte insistenti le voci per le quali Toto Wolff, attuale team principal Mercedes, avrebbe intrapreso un rapporto d’affari con Lawrence Stroll. Il tutto era nato dopo l’acquisizione da parte del magnate canadese del 16,7% di azioni della società Aston Martin, con conseguente controllo della stessa; il periodo non roseo vissuto in campo economico dall’azienda aveva portato alla ricerca di un manager e tra i nomi era spuntato quello dell’austriaco.

Altra carne al fuoco era stata messa dopo il non-weekend di F1 a Melbourne; Stroll e Wolff avevano infatti lasciato la città australiana insieme sullo stesso aereo. Inoltre l’infelice rapporto che in modo risaputo regna tra Toto e il presidente Daimler, Ola Kallenius, ha giocato un ruolo fondamentale nella storia. Da una parte Wolff e Kallenius in palese disaccordo su molti aspetti; dall’altra Wolff e Stroll, in ottimi rapporti.

wolff Aston Martin
Toto Wolff – Photo Credit: Mercedes Official Twitter Account

Tanti piccoli aspetti e un paio di scenari importanti e lo scoop è fatto. Toto Wolff in Aston Martin con il ruolo di CEO. Dopo giorni di silenzio stampa da parte del team principal Mercedes è però arrivata la smentita alla storia che tiene banco da mesi; Wolff infatti non andrà in Aston Martin anzi è atteso un contratto di rinnovo proprio con la scuderia con la quale vince tutto dal 2014.

Wolff Aston Martin – Il rapporto con Kallenius

Non è un segreto il fatto che Toto Wolff e Ola Kallenius non siano grandi amici e che il team principal austriaco fosse più in buoni rapporti con il predecossore del numero uno della Daimler. Non è nemmeno un segreto la vicenda inerente ai tagli da parte del gruppo tedesco soprattutto per quanto riguarda l’ambito Formula 1; sembrerebbe infatti che la scuderia sopravviva per lo più da sola grazie ai premi di Liberty Media, sponsor e ai contratti di fornitura power unit per Williams, Racing Point e McLaren.

A differenza di quanto ipotizzato nei mesi scorsi, dopo alcune dichiarazioni dello stesso team principal, non esistono motivi per cui il gruppo Daimler possa abbandonare il progetto in F1; così come non ne esistono a supporto della tesi che vedrebbe Toto Wolff lasciare la casa delle frecce d’argento. Certo il rapporto tra lui e Kallenius andrà ricostruito, soprattutto dopo la vicenda australiana; storia risolta con una chiamata e un cambio di posizione da parte di Wolff, prima favorevole a svolgere il GP.

Wolff Aston Martin – Il sogno di Toto

Il rapporto tra Lawrence Stroll e il team principal di Brackley funziona sicuramente meglio; complice anche l’aiuto che Toto ha dato al magnate soprattutto nella delicata fase di acquisizione della ex Force India. Ma gli unici rapporti d’affari tra i due riguardano esclusivamente le rispettive scuderie; Mercedes infatti fornisce motore e cambio alla Racing Point, oltre alla condivisione della medesima galleria del vento con sede a Brackley. Il no all’importante ruolo vociferato in Aston Martin arriva forse anche in merito al sogno che ha Toto Wolff una volta conclusa la sua carriera in Mercedes.

Il team principal austriaco non ha di fatto mai nascosto l’ambizione nel voler sostituire Chase Carey; sogno in parte frenato dalla Scuderia Ferrari e dall’imposizione di un veto da parte della stessa. “Gardening leave”, questo il termine usato per definire un provvedimento di tutela nei confronti di team che vedono un loro collaboratore cambiare squadra. Da regolamento questo accorgimento andrebbe osservato per un periodo minimo di sei mesi, mentre Ferrari ha chiesto per Toto Wolff una pausa di tre anni una volta conclusa la sua carriera da team principal in Mercedes.

SEGUICI SU : 

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBEhttps://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
SPOTIFYhttps://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
NEWS MOTORIhttps://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Articolo a cura di Chiara Zambelli

Back to top button