WRC 2020 Coronavirus – Dopo il rinvio del Rally di Portogallo e del Rally di Italia-Sardegna, il FIA World Rally Championship si trova a fare i conti con un calendario sempre più colpito dal Coronavirus. Quali sono gli scenari che potrebbero verificarsi nei prossimi mesi?

WRC 2020 contro il Coronavirus, si riprenderà in Kenya?

La domanda che tutti si stanno facendo è: quando riprenderà il WRC? Una domanda che circola sempre di più tra gli addetti ai lavori e gli appassionati, ansiosi di rivedere le vetture sfrecciare lungo i percorsi delle prove speciali di tutto il mondo. Tuttavia, stando alla situazione attuale ed alla inarrestabile propagazione del Coronavirus, ci vorrà ancora molto tempo.

Immagine
Le vetture rimarranno ai box per molto tempo – Photo Credit: HMSG Official

“Automobile Club d’Italia, come Federazione dell’automobilismo sportivo tricolore e come Organizzatore del Rally Italia Sardegna si è reso disponibile, con la FIA e con la WRC Promoter, a studiare una eventuale nuova collocazione dell’appuntamento tricolore del mondiale rally. Questo al fine di consentire la realizzazione di un nuovo calendario che, da una parte, consenta un regolare svolgimento della serie iridata e, dall’altra, salvaguardi gare di grande prestigio e di grande importanza storica, come appunto il Rally d’Italia Sardegna” – Angelo Sticchi Damiani

Con la decisione di rinviare in ordine il Rally di Argentina, di Portogallo e di Italia-Sardegna, il WRC ritornerà in scena il prossimo 16 luglio a Nairobi per il Rally del Kenya. Questo sarà probabilmente lo stop più lungo da quando esiste il FIA World Rally Championship, quasi 20 settimane di riposo forzato per il campionato. Malgrado non ci sia ancora la certezza che il rally keniota si svolga regolarmente, non è da escludere che ci possa essere un recupero in extremis prima del rally keniota.

Sia ACI Sport che Automóvel Club de Portugal (ACP) stanno lavorando a stretto contato con i promotori del WRC per trovare delle date alternative. Tra i periodi possibili c’è quello tra il Rally di Finlandia e di Nuova Zelanda (dal 9 agosto al 3 settembre) oppure tra il Rally di Nuova Zelanda e Turchia (dal 6 al 24 settembre). I weekend a disposizione per eventuali date del recupero sembrano relativamente pochi.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA