Motomondiale

Yamaha, accordo con Valentino Rossi nel 2024? La situazione

Il legame è sempre rimasto solido e davvero viscerale. Non potrebbe essere altrimenti dopo quattro titoli mondiali vinti e ben quindici anni di permanenza all’interno del box della moto blu giapponese. Un rapporto lavorativo che potrebbe continuare in futuro, più precisamente nel 2024: all’orizzonte c’è un accordo tra Yamaha e Valentino Rossi per il passaggio di Mooney VR46 da Ducati ai nipponici? Lin Jarvis cerca un team satellite dopo la rottura con Razlan (andato nella flotta Aprilia) e il vecchio alfiere potrebbe accontentarlo.

Voce clamorosa, Yamaha d’accordo con Valentino Rossi nel 2024? Lin Jarvis: “Mooney VR46? Vogliamo quattro moto, ma è ancora presto…”

Yamaha, accordo con Valentino Rossi nel 2024? La situazione

Ecco le parole di Lin Jarvis intervistato recentemente dal portale Speedweek:

Il prossimo anno avremo sicuramente solo due moto in griglia. Non è l’opzione migliore, ma non è neanche male perché dobbiamo concentrarci sul migliorare la moto ufficiale di Fabio e Franco. Ma sarebbe comunque prezioso se potessimo ottenere presto i dati di altri piloti della MotoGP. La situazione finanziaria alla RNF era molto delicata. Tuttavia, ci siamo offerti di continuare a lavorare sulla base di contratti di un anno. Ma Razlan voleva di più e l’ha ottenuto. Ha ricevuto una buona offerta da Aprilia. Penso che l’accordo sia per due anni con un’opzione per altri due. Non è una cattiva offerta. Capisco perché ha preso quella decisione. Capisco anche perché Aprilia non si sia lasciata sfuggire questa occasione. Ma Yamaha voleva estendere la collaborazione solo per un anno. Mooney VR46 team satellite nel 2024? Troppo presto per parlare di dettagli. La Yamaha vorrebbe avere al più presto una squadra satellite nel Campionato del Mondo MotoGP. Posso confermarlo. Vogliamo tornare in griglia con quattro moto il prima possibile“.

Rossi per adesso nega

Per ora, infatti, il patto di ferro tra Mooney VR46 e Ducati sembra essere inossidabile. Certo, alla scadenza del contratto tutto potrebbe accadere, ma i rapporti tra il team satellite e la Nuvola Rossa per adesso sono ottimi e non c’è ombra di screzio nel lavoro messo in piedi dalle due realtà. Tutto dipenderà, chiaramente, da cosa potrebbe accadere nel prossimo anno di MotoGP e dagli orizzonti futuri del team dell’ex fenomeno di Tavullia.

Seguici su Google News

Back to top button