Dopo 13 stagioni al servizio del Baltimore Ravens, Marshal Yanda annuncerà il proprio ritiro.

Forever a Raven

L’account Twitter dei Baltimore ha reso omaggio alla guardia che ha protetto l’attacco dei Ravens per 13 stagioni. ” Per sempre un Raven”, così Baltimore ha deciso di celebrare l’atleta che gli ha portati alla conquista del Super Bowl nel 2013 e che è riuscito a collezionare ben otto presenze al Pro Bowl. Scelto al terzo turno del Draft 2007, Marshal Yanda non ha eccelso per doti atletiche o fisiche, ma con grande dedizione, grinta ed un’eccezionale etica del lavoro è da subito riuscito a far breccia nei cuori degli appassionati. All’età di 35 anni, Marshal Yanda annuncerà mercoledì il proprio ritiro, quando siederà di fianco al GM Eric DeCosta, al vice presidente Ozzie Newsome e all’allenatore John Harbaugh.

Ravens via Twitter

“Easiest $600 bucks I’ve ever made.”

Vari aneddoti sono stati accostati, durante gli anni, al ragazzone dell’offensive line di Baltimore. La storia di una celebre scommessa dimostra che Yanda non sappia minimamente cosa sia la soglia del dolore. La guardia ex Ohio State, durante il suo anno da rookie in NFL, subì volontariamente tre colpi sparati direttamente da un taser, arma utilizzata dai corpi della polizia americana per immobilizzare i soggetti colpiti. Marshal ha poi dichiarato che quelli sono stati i 600 dollari più facili mai fatti prima. Successivamente, nella stagione 2012, Yanda ha sviluppato la sindrome compartimentale, patologia che talvolta porta all’amputazione dell’arto colpito. Per alleviare la pressione tissutale, i dottori tagliarono una parte di muscolo della gamba del numero 73, il quale tornò sul campo appena una settimana dopo l’intervento.

Foto in copertina: AP/Don Wright

Seguici su Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA