Yu-Gi-Oh! la nuova lista di Carte Proibite e Limitate di Febbraio

Foto dell'autore

Di Enrico Bartoloni

A soli 4 giorni dal YCS Lione, Konami ha annunciato la nuova lista di carte proibite e limitate che andrà a modellare il prossimo meta. L’evento si svolgerà esattamente nel mezzo tra il rilascio di Ipernova Fotonica e l’entrata in vigore di questa banned (il 13 Febbraio 2023), e perciò potremo vedere (per un’ultima volta) Tiaracrimalamenti a piena potenza. Ecco l’elenco contenente tutti i cambiamenti:

Addio Tiaracrimalamenti, bentornati Tuner

lista Carte Proibite. Photo credit: Web

Proibite:

  • Artefatto – Falce
  • Statua Barriera dei Venti Tempestosi
  • Tiaracrimalamenti Kitkallos
  • Spright Elfa

Limitate:

  • Agido la Sentinella Antica
  • Kelbek l’Avanguardia Antica
  • Keldo la Protettrice Sacra
  • Mudora l’Oracolo Spada
  • Tiaracrimalamenti Havnis
  • Tiaracrimalamenti Merrli
  • Tiaracrimalamenti Scheiren
  • Antico Drago Fatato

Non più nella lista:

  • Destrudo il Fremito del Drago Perduto
  • Jet Synchron
  • Bestia Fantasma Meccanica O-Leone
  • Vero Re Lithosagym, il Disastro
  • Yata-Garasu
  • Servitore di Endymion
  • Resort SPIARALE

La prima cosa che cattura l’occhio è il numero di carte proibite Tiaracrimalamenti (d’archetipo e non) presenti nella banned. Dopo esser stato Tier 0 negli ultimi tre mesi (e in OCG dove continua a dominare nonostante tutto) Konami ha deciso di dargli un colpo ancora più pesante qui da noi, confidando che ciò sia sufficiente a spingere il meta in una direzione diversa che dia spazio a più mazzi. Successivamente c’è l’hit a Statua Barriera dei Venti Tempestosi che, similmente a Artefatto – Falce, permette di stunnare completamente la maggior parte dei mazzi ma senza intaccare particolarmente la consistenza di Flowandereeze (il suo principale utilizzatore). Infine, dopo il ban di Crystron Halqifibrax, abbiamo il ritorno di diversi mostri Tuner che ci avevano dovuto abbandonare per sua colpa.

Cosa dobbiamo aspettarci nel prossimo meta?

Tiaracrimalamenti ha ricevuto un colpo pesante e, se pur cercando un nuovo equilibrio come engine da splashare in mazzi fusione, difficilmente riuscirà a riprendersi (o almeno così vorrei dire ma in OCG si è dimostrato estremamente tenace). Assumendo la sua uscita dalla scena affianco a quella delle carte Ishizu, i mazzi che giocano da cimitero riusciranno finalmente a ottenere un po’ di respiro. Anche i Bystial (al momento scelta principale nei Main Deck di praticamente tutti i mazzi da evento) dovrebbero passare a Side Deck, se non del tutto venir sostituiti da alternative più congeniali al prossimo meta anche perchè uno dei mazzi più hypati del momento è Kashtira, che gioca mostri di diversi Attributi e spesso senza cimitero.

A tal proposito, in parallelo ai classici removal, ecco che compaiono nuove alternative come carte che coprono i mostri dei nostri avversari e altre che permettono di tributarli come ad esempio i Kaiju, Golem di Lava e Drago Alato di Ra – Modalità Sfera senza dimenticare Nibiru, l’Essere Primordiale. Per cercare di contrastare alcune di esse, i giocatori di Kashtira stanno valutando l’opzione di inserire carte come Essenza Anti-Magia. Sicuramente, possiamo aspettarci un environment molto più vario e divertente. Buon nuovo format a tutti!

Enrico Bartoloni

Seguici su Google News