MetroNerd

Zarude su Pokémon Go: ecco le caratteristiche del tipo Erba/Buio

Su Netflix è pronto il debutto del nuovo film dedicato ai “pocket monsters” intitolato “Pokémon: i segreti della Giungla“. Nei videogiochi, invece, un essere forte ed estremamente inquietante terrà sulle spine tutti i giocatori e gli appassionati: Zarude approda su Pokémon Go in concomitanza con l’uscita del nuovo lungometraggio. Il tipo Erba/Buio sarà disponibile dal 1 al 10 ottobre. La Scimmialigna è pronta a calamitare le attenzioni (e gli incubi) di tutti i videogiocatori. Ecco tutte le news.

Zarude su Pokémon Go: tutte le info

Un evento intrecciato fortissimamente con la trama del nuovo film uscito sulla piattaforma streaming di Netflix. Il particolare avvenimento non metterà al centro del ring di Pokémon Go soltanto Zarude, ma i giocatori potranno imbattersi anche in Jesse e James. Ma non è certo finita qui: la logica di questo evento, dedicato alla tematica della giungla che sarà l’ambientazione principale del nuovo film, porterà gli appassionati ad incontrare creature che vivono maggiormente nelle fitte foreste.

Hoothoot, Combee, Drilbur, Cottonee e Dwebble appariranno con maggior frequenza, inoltre è stato confermato ufficialmente il ritorno di Pikachu Esploratore che sarà accompagnato, anche, dalla sua forma cromatica. Pikachu Esploratore, Larvitar, Roggenrola, Foongus e Rufflet (anche Cromatico) saranno disponibili nei raid di livello uno, mentre quelli di livello tre ospiteranno Lickitung, Chansey, Pinsir, Ludicolo e Flygon. Ci sarà spazio anche per il vecchio, caro, Team Rocket con Jesse, James e Meowth che imperverseranno fino al 15 ottobre. Un ricco menù da assaggiare in tutta la sua gustosa completezza.

Ma chi è il vero protagonista del film e dell’evento?

La colonna portante di queste due realtà è Zarude, il Pokémon Scimmialigna di tipo Erba/Buio. Il suo doppio tipo lo rende versatile in battaglia, anche perché la sua stazza fisica gli permette d’imparare perfettamente anche le mosse di tipo Lotta. Somiglia, ovviamente, alle scimmie: ha caratteristiche spiccate che ricordano babbuini e mandrilli per le sue zanne, gli artigli, la taglia e la struttura facciale. Il suo nome è la fusione delle parola giapponese saru (scimmia) e rude (rozzo, sgarbato e rude). È uno dei mostri di questo universo con più debolezze (sette al pari di altri) e fa parte dell’insieme dei Pokémon Misteriosi. Il primo mai apparso per i titoli Spada e Scudo. Possiede una forma alternativa chiamata Papà. Non si evolve da nessuno e non possiede evoluzioni. È un Pokémon Base. Ecco cosa dice il Pokédex su di lui:

“Vive in branco nella giungla. È temuto dagli altri Pokémon della foresta perché estremamente aggressivo. Se si staccano, le liane del suo corpo diventano nutrimento per il suolo, favorendo lo sviluppo delle piante della foresta”.

Buona fortuna, allenatori: Zarude non scherza.

ANDREA MARI

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Back to top button